Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

Abitudini alimentari e rischio malattie croniche

di
Pubblicato il: 29-01-2019

È questa la nuova frontiera della scienza della nutrizione: individuare abitudini alimentari che possano ridurre il rischio di sviluppare malattie croniche


Abitudini alimentari e rischio malattie croniche © iStock

Sanihelp.it - Le isole smartfood sono quelle che si possono trovare  nell’intera rete di vendita Coop Lombardia.

Sono identificate dal claim  Cibo e salute: cosa dice la scienza.

Si tratta  di aree espositive permanenti a rotazione stagionale dedicate alla salute e alla prevenzione, presso le quali i clienti  possono scegliere tra alimenti come frutta e verdura fresca di stagione; semi, frutta secca e disidratata; spezie; cereali e legumi; pesce, uova e latticini; minestroni e zuppe; cioccolato e caffè.

I cibi selezionati e presenti nelle isole Smartfood sono accompagnati da cartellonistica dedicata e leaflet informativi su come comporre i pasti, sui fabbisogni nutrizionali e sui miti legati all’alimentazione.

Queste isole sono nate dalla collaborazione fra ricercatori e nutrizionisti che idealmente e concretamente sono entrati al supermercato per suggerire gli alimenti ideali per comporre colazioni, spuntini e pasti salutari e dare consigli sull’alimentazione quotidiana.  

è proprio questo il senso dell’innovativo progetto realizzato da Coop Lombardia e IEOIstituto Europeo di Oncologia, sulla base delle linee guida del team Smartfood IEO, programma di ricerca e divulgazione scientifica.

La nuova frontiera della scienza della nutrizione è infatti quella di individuare abitudini alimentari che possano ridurre il rischio di sviluppare malattie croniche quali diabete, patologie cardiovascolari, tumori e aumentare, in definitiva aspettativa e qualità  di vita.

«Uno dei temi principali alla base della comunicazione del progetto è il piatto sano che dovrebbe essere composto per metà da frutta e verdura di stagione, non solo come contorno ma anche come ingrediente per primi e secondi piatti.- Ha spiegato Lucilla Titta, coordinatrice del programma Smartfood IEO che ha anche chiarito- La varietà è fondamentale anche per quanto riguarda le fonti di proteine: è consigliabile consumare pesce azzurro di piccola taglia tre volte a settimana, e carne bianca, uova e latticini massimo due volte a settimana ciascuno. I legumi rappresentano un’ottima fonte proteica ricca di fibre da portare in tavola almeno tre volte a settimana. Un quarto del piatto sano deve essere costituito da fonti di carboidrati complessi come pane, pasta e cereali in chicco, sempre meglio integrali. Si possono scegliere, infine, erbe aromatiche e spezie per ridurre l’uso di sale e naturalmente l’immancabile olio extravergine di oliva come condimento principale».

Il progetto Coop Lombardia – IEO è stato presentato all’Ipercoop Piazza Lodi a Milano il 25 gennaio. Alla fine dell’evento lo chef Davide Oldani  è stato protagonista di uno show cooking con degustazione finale. Lo chef ha infatti utilizzato ingredienti scelti dal team Smartfood IEO per creare una gustosa vellutata di stagione. La dimostrazione concreta, dunque, che cucinare e mangiare sano e con gusto è davvero possibile. 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione- Comunicato stampa

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Video del Giorno:

Ti potrebbe interessare: