Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

351 le varianti genetiche legate al cronotipo

Se sei 'allodola' o 'gufo' dipende dai geni

di
Pubblicato il: 04-02-2019

Se sei 'allodola' o 'gufo' dipende dai geni © iStock

Sanihelp.it - Il Cronotipo è una caratteristica degli esseri umani che indica il particolare momento della giornata in cui questi tendono ad essere maggiormente attivi: si parla così di ‘allodole’ e di ‘gufi’: mentre i primi si alzano al mattino presto e sono maggiormente attivi nella prima parte del giorno, i secondi sono maggiormente attivi durante la sera e preferiscono andare a dormire tardi. Ebbene, secondo un recente studio pubblicato su Nature Communications il cronotipo di una persona sarebbe legato a un numero di varianti genetiche molto più alto di quel che si pensava: 351 varianti, contro le 24 sino ad ora note. Ma non è tutto, dalla ricerca è emerso anche un fatto molto rilevante: le persone mattiniere presenterebbero un rischio minore di incorrere in disturbi mentali di varia gravità, dalla depressione fino alla schizofrenia, rispetto ai ‘gufi’.

Per giungere a queste evidenze, un team di ricercatori dell’inglese Università di Exeter ha esaminato le varianti genetiche presenti nel genoma di due distinte popolazioni, per un totale di circa 700mila soggetti. Ciò che è emerso è stato poi correlato ai risultati di un questionario sulla propensione a dormire in un certo momento della giornata. E’ così che sono state rilevate 327 variazioni che in precedenza non erano state associate al cronotipo, per un totale di 351.

Esaminando le regioni genomiche in cui occorrono le varianti genetiche scoperte, i ricercatori hanno riscontrato che includono quelle che controllano a livello cerebrale e retinico i ritmi biologici dell’organismo, tra cui, oltre ai modelli di veglia e sonno, i livelli ormonali e la temperatura corporea. Lo studio indica, in particolare, che il motivo per cui alcune persone sono ‘allodole’ ed altre ‘gufi’ è legato in misura significativa alle differenze nel modo in cui il nostro cervello reagisce ai segnali luminosi esterni e al normale funzionamento dei nostri orologi interni.

Infine, sviluppando una serie di analisi statistiche e di confronti con altri studi, i ricercatori hanno infine scoperto che essere una persona naturalmente mattiniera è correlato a un maggiore benessere mentale soggettivo e a un lieve effetto protettivo contro lo sviluppo di depressione e schizofrenia.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Nature Communications

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?