Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > News

Solo la metà di noi consuma la quantità di pesce consigliata

di
Pubblicato il: 25-02-2019

Solo la metà di noi consuma la quantità di pesce consigliata © iStock

Sanihelp.it - Un recente studio realizzato dal Norwegian Seafood Council, che ha preso in considerazione 30.000 intervistati in 21 mercati, ha svelato che solo il 51% delle persone mangia pesce due o più volte alla settimana. Anche uno studio pubblicato dalla Commissione EAT-Lancet ha esortato i consumatori di tutto il mondo a ridurre il consumo di carne rossa, anche fino al 90%, e di aumentare quello di pesce fino a 200 grammi a settimana, una quantità in linea con la maggior parte delle linee guida alimentari nazionali di tutto il mondo. In Italia, per esempio, il peso per una porzione piccola di pesce si attesta sui 100 grammi.

Se si considerano coloro che consumano pesce solo una volta alla settimana la percentuale sale al 70%, dato allarmante sia da un punto di vista di salute pubblica sia ambientale. La situazione non migliora tra i giovani tra i 18 e i 34 anni: solo il 49% di loro dichiara di mangiare pesce due o più volte la settimana, un’abitudine molto evidente soprattutto in alcuni mercati tra cui Italia (43%), Portogallo (70%) e Giappone (53%).

Includerlo nella propria dieta apporta una serie di benefici per la salute di tutto l’organismo, grazie al mix di proteine, vitamine, minerali e acidi grassi Omega-3 che aiutano a ridurre l'ipertensione e i livelli elevati di colesterolo. Aumentare il consumo di pesce migliora sia la memoria a lungo termine sia quella di lavoro, mantenendo attivo il sistema celebrale e aiutando a prevenire forme di demenza come l’Alzheimer. I prodotti ittici contengono quantità elevate di vitamina D e calcio, fondamentali per migliorare la densità minerale ossea e contribuire a ossa e denti più sani e forti. Selenio e vitamina A contribuiscono a migliorare il sistema immunitario.

Il pesce bianco contiene alti livelli di iodio, importante per il normale sviluppo del cervello e del sistema nervoso del feto. Alcune statistiche hanno rivelato come un buon livello di iodio fornisca un QI più elevato e contribuisca a un migliore sviluppo della vista intorno a 3-4 anni. Recenti studi hanno dimostrato come le coppie che mangiano pesce più di due volte alla settimana abbiano un’attività sessuale più intensa aumentando le probabilità di concepire in tempi brevi.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Norwegian Seafood Council

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:



Video del Giorno: