Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

Cucina creativa: per dar vita a piatti buoni e belli

di
Pubblicato il: 26-02-2019

L'Associazione Diabetici Alessandria Junior (JADA), ha stilato le 10 regole d'oro per cucinare e mangiare in libertà anche col diabete


Cucina creativa: per dar vita a piatti buoni e belli © iStock

Sanihelp.it - Chi lo ha detto che le persone con diabete per mangiare senza alterare la glicemia legata alla loro patologia devono rinunciare al gusto?  

L’Associazione Diabetici Alessandria Junior (JADA), si è impegnata concretamente per dimostrare come mangiare bene si può, anche per chi è diabetico.

Per dimostrarlo ha chiamato Alberto Menino, terzo classificato all’edizione 2018 di Masterchef, che ha tenuto  una lezione di cucina a 16 bambini e ragazzi di Alessandria, affetti da diabete di tipo 1. Tutti insieme hanno preparato un menù completo, dall’antipasto al dolce, per scoprire come la cucina creativa permetta di dar vita a piatti salutari, ma anche buoni e belli.

In questo modo i ragazzi sono riusciti a dimostrare concretamente, come sia possibile cucinare piatti in linea con le specifiche esigenze alimentari di chi ha il diabete tipo 1, ma anche pienamente appaganti per la vista e il palato.

Quali sono le regole d’oro per riuscirsi ogni giorno e non solo durante l’evento?

L’alimentazione di un paziente con diabete di tipo 1 non è diversa da quella di ogn altra persona che voglia mangiare con equilibrio e gusto.

è necessario, ovviamente, calcolare la quantità di insulina più adatta per gli alimento che costituiscono il pasto.

Una qualsiasi dieta equilibrata prevede una quota pari al 55-65% delle Kilocalorie giornaliere fornita dai carboidrati (di cui massimo il 10% da carboidrati semplici), per sostenere le funzioni del sistema nervoso e, quindi, del cervello.

Anche i pazienti diabetici devono consumare pasti completi, metà pasto, di conseguenza, dovrebbe essere composto da ortaggi e frutta, poco più di un quarto da carboidrati integrali e la restante parte da proteine.

Tutti dovremmo privilegiare  verdura e frutta di stagione che, grazie alla fibra, aiutano a contenere il rialzo glicemico dopo il pasto e forniscono vitamine e sali minerali per il buon funzionamento dell’organismo.

Calcolando la quantità di insulina necessaria, ogni tanto, anche i diabetici possono concedersi il dolce.

è buona regola che ognuno prepari  i suoi pasti, invece di comprare pietanze già pronte da scaldare; piatti sani, semplici e gustosi, si possono preparare anche in 10 minuti!

Usare le spezie, è una giusta chiave per insaporire e colorare i  piatti, riducendo l'apporto di sale!

«Il diabete, come molte malattie del metabolismo e cardiovascolari, oltre che con i farmaci si controlla efficacemente adottando un sano stile di vita, che comprende anche l’alimentazione - hanno spiegato il pediatra diabetologo Riccardo Lera e la nutrizionista Carlotta Castagna. - La cucina, quindi, può diventare un prezioso strumento di cura e prevenzione».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione - Comunicato stampa

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Video del Giorno: