Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Foxg1 coordina le staminali nel cervello

Scoperto un 'direttore d'orchestra' nel cervello

di
Pubblicato il: 06-03-2019

Scoperto un 'direttore d'orchestra' nel cervello © iStock

Sanihelp.it - Una recente scoperta potrebbe aprire la strada alla comprensione di molte malattie genetiche e alle relative possibili terapie geniche per combatterle: è stato infatti individuato il direttore d'orchestra delle cellule staminali del cervello, un gene che entra in azione durante lo sviluppo embrionale e riesce a regolare quali di esse diventeranno neuroni e quali saranno cellule di supporto. Lo studio, grazie al quale si è giunti a questa importante conclusione è stato pubblicato sulla rivista Cerebral Cortex ed è stata condotto dalla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (Sissa) in collaborazione con l'Istituto Burlo Garofolo di Trieste e con l'Università di Cambridge.

Sino ad oggi si sapeva, infatti, che il nostro cervello comprende miliardi di cellule nervose e altrettante cellule cosiddette gliali che lavorano a stretto contatto con le prime per garantirne il corretto funzionamento, tutte originanti dalle cellule staminali; ciò che invece si ignorava è cosa decidesse quando e quante di esse diventano neuroni e quante glia.

La ricerca in questione ha dimostrato che il gene Foxg1, già coinvolto in numerosi processi dello sviluppo cerebrale e in malattie rare come la sindrome di Rett e di West, ha un ruolo fondamentale nel pilotare la differenziazione delle cellule staminali, garantendo che neuroni e glia siano prodotti nella giusta quantità e nel giusto momento.

Lo sviluppo della corteccia cerebrale è un processo molto complesso e, in gran parte, ancora misterioso; si sa che dalle cellule staminali prendono vita dapprima i neuroni, poi le cellule della glia: nell’essere umano questo processo avviene all'incirca dopo il quarto mese di gravidanza. Fino ad ora non era chiaro cosa coordinasse questa transizione, ma alcuni ricercatori hanno dimostrato che a regolare il processo di differenziazione delle cellule staminali come un vero e proprio direttore d’orchestra è il gene Foxg1.

Si tratta di un risultato molto importante, sia dal punto di vista scientifico sia metodologico. Il ruolo di Foxg1 in questo processo di transizione e il suo coinvolgimento in malattie quali varianti delle sindromi di Rett e di West fa pensare che alcune delle anomalie tipiche di tali sindromi possano scaturire da una alterazione della scaletta temporale con cui sono generate le cellule astrogliali e apre la strada a possibili terapie geniche.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Cerebral Cortex

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Video del Giorno: