Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Quando russare è un problema

di
Pubblicato il: 20-06-2005

Molti non lo sanno, ma russare di notte non è solo un problema per chi si ha vicino. Si tratta di una malattia vera e propria, la roncopatia, che richiede cure adeguate.

Sanihelp.it - La roncopatia (dal greco rhonchòs), è un disturbo causato dalla vibrazione degli organi delle prime vie aeree, che comprendono palato, ugola, tonsille, epiglottide e lingua.
In pratica a ogni inspirazione il fondo del palato va a urtare contro la parete posteriore della faringe, costringendo una forzatura rumorosa nel passaggio dell’aria.

Anche se spesso viene considerata semplicemente come oggetto di scherzi e battute, in realtà la roncopatia è un vero stadio patologico, che colpisce circa un quarto della popolazione in modo serio, e addirittura il 45% occasionalmente.

Il cronicizzarsi della roncopatia può portare serie conseguenze per la salute. Spesso chi ne soffre accusa frequenti pause respiratorie, chiamate apnea del sonno (SAS o sleep apnea sindrome), che possono provocare una cattiva ossigenazione cerebrale, alterazioni del ritmo cardiaco e risvegli frequenti.

Inoltre a lungo andare un sonno agitato può portare a squilibri psicofisici, stanchezza e cefalee. Possono anche manifestarsi perdita di energia, difficoltà di concentrazione, irritabilità, perdita di memoria, cambiamenti di umore e di comportamento, ansietà o depressione, obesità, diminuzione degli impulsi sessuali.

Il modo migliore per evitare tutti questi sintomi, in caso di roncopatia accertata, è l’intervento di uvulofaringopalatoplastica praticato con il laser.
L’obiettivo di questa tecnica è allargare lo spazio orofaringeo, eliminando o riducendo in modo preciso l’ostruzione del palato molle verso la mucosa posteriore e i pilastri delle tonsille. Le incisioni vengono praticate con il laser pulsato ad anidride carbonica, che non provoca sanguinamento e non richiede degenza, né particolari medicazioni postoperatorie.
L’intervento dura circa mezz’ora e si pratica in anestesia locale, in regime di day hospital.

Con questa tecnica è possibile eliminare definitivamente (74% dei casi) o comunque di ridurre notevolmente (22% dei casi) la roncopatia, e tornare, è proprio il caso di dirlo, a dormire sonni tranquilli.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Pallaoro Medical Laser

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti