Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Diabete: due alghe marine per ridurre la glicemia nel sangue

di
Pubblicato il: 12-06-2019

Diabete: due alghe marine per ridurre la glicemia nel sangue © iStock

Sanihelp.it - Il 6% degli italiani soffre di ridotta tolleranza glucidica, una condizione che aumenta di quattro volte il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 e le sue complicanze. In totale nel nostro Paese questi potenziali diabetici sono oltre due milioni e mezzo e devono prestare attenzione al proprio stile di vita controllando il peso, seguendo una dieta equilibrata e praticando regolare attività fisica.

Ma oggi c’è un’arma in più. Dalla ricerca nutraceutica arriva un integratore alimentare derivato, con una particolare metodica produttiva, da due alghe marineAscophyllum nodosum e Fucus vesiculosus. Si chiama Gdue ed è in grado di rallentare la digestione degli zuccheri a livello intestinale e abbassare il livello della glicemia. Utile anche per chi non è ancora diabetico ma corre il serio rischio di diventarlo. Attraverso la somministrazione è possibile contenere il continuo aumento d’incidenza della malattia metabolica. I vantaggi maggiori sono per tutti quei giovani adulti che presentano già un’alterazione importante del glucosio, ma non hanno ancora sviluppato il diabete vero e proprio.

Il nutraceutico è una soluzione efficace ma non impegnativa come un farmaco ipoglicemizzante orale. Si può migliorare il quadro clinico ed evitare che i malati siano costretti ad assumere per il resto della vita una terapia cronica antidiabetica. Oppure si ritarda in modo determinante la necessità di cure più pesanti e il presentarsi delle complicanze della patologia diabetica che spesso sono già evidenti alla diagnosi. È fondamentale però riuscire a intervenire il prima possibile.

Il numero di nuovi casi di diabete è in aumento soprattutto tra i giovani adulti. In Italia colpisce ben il 3% degli under 50 e quindi non va sottovalutata o considerata solo come una malattia della terza età. Gdue rappresenta un rimedio naturale per migliorare il metabolismo degli zuccheri. Rispetto ai farmaci tradizionali ha dimostrato di essere meglio tollerato e di non provocare effetti collaterali. Inoltre, seppur efficace, non determina repentine riduzioni del livello di glicemia che possono avere effetti negativi sulla qualità di vita. 

I risultati di uno studio condotto dall’Università di Pavia e dall’Università di Bologna hanno dimostrato tutte le potenzialità del nuovo nutraceutico: sono stati analizzata uomini e donne in condizione di pre-diabete e i vantaggi che derivano dall’utilizzo dell’integratore. I prossimi studi saranno indirizzati verso malati cronici che già assumono farmaci contro la malattia. 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Società Italiana di Nutraceutica

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Video del Giorno: