Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Prevenzione

Tania Cagnotto supermamma contro la meningite

di
Pubblicato il: 11-06-2019

La campionessa è membro dell'M-Team, la squadra di mamme voluta dal Comitato Nazionale Liberi dalla Meningite con l'obiettivo di prevenire l'infezione da meningococco.


Tania Cagnotto supermamma contro la meningite © Rete

Sanihelp.it - Ogni anno, nel nostro Paese, oltre mille persone contraggono la meningite; la meningite meningococcica, in particolare, provoca il decesso nel 10% dei pazienti colpiti, mentre nel 10-20% dei casi i sopravvissuti possono essere sottoposti ad amputazione o subire danni cerebrali, perdita dell’udito o disturbi di apprendimento. I bambini e gli adolescenti sono soggetti ad alto rischio, mentre i neonati costituiscono la fascia più vulnerabile: l’incidenza della malattia invasiva da meningococco è maggiore nella fascia di età 0-4 anni e in particolare nel primo anno di vita, in cui supera i 4 casi per 100.000,. La meningite B (scatenata dal meningococco B) è attualmente la forma più comune.

Oggi sono disponibili vaccini che prevengono dai cinque tipi di meningite meningococcica più infettivi e pericolosi (A, B, C, Y e W135), dai gruppi più diffusi di meningite pneumococcica e da quella da emofilo di tipo B. In Italia i vaccini contro la meningite sono gratuiti per specifiche fasce di popolazione, ossia quelle a maggior rischio di infezione, e inseriti nel nuovo Calendario vaccinale che a sua volta fa parte del Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale 2017-2019. Purtroppo su questa infezione non esiste ancora un’adeguata conoscenza da parte dei genitori: secondo una recente ricerca condotta da Ipsos, infatti, il 41% dei genitori non si considera sufficientemente informato sulla meningite.

Proprio per sensibilizzare sull’importanza della prevenzione alla meningite, il  Comitato Nazionale Liberi dalla Meningite ha avviato una nuova campagna, che per tutto il 2019, vedrà l’impegno di un team di mamme, l’M-team, tra cui spicca Tania Cagnotto, la campionessa di tuffi mamma della piccola Maya da un anno e mezzo. «Faccio parte di questo team perché credo profondamente nella prevenzione! Ho cercato di prevenire infortuni per una vita e adesso voglio fare la stessa cosa per mia figlia. Come? Attraverso lo sport, il cibo sano e i mezzi efficaci che oggi abbiamo a disposizione grazie alla ricerca scientifica» ha spiegato l’atleta.

Insieme a Tania ci sono altre tre mamme d’eccezione: Amelia Vitiello, Presidente del Comitato Nazionale contro la Meningite, Elena Bozzola, medico pediatra dell'Ospedale Bambino Gesù di Roma, oltre che segretario nazionale della Società Italiana di Pediatria (SIP) e Sonia Peronaci, celebre foodblogger.  Si sono già tenuti in alcune città italiane alcuni eventi a tema, ma altri seguiranno nel corso dell’anno: per saperne di più si può visitare il sito dell’iniziativa, www.m-team.it.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
comunicato stampa, www.m-team.it

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Video del Giorno:

Ti potrebbe interessare: