Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Cura di sé e forma fisica: gli italiani non badano a spese

di
Pubblicato il: 15-07-2019

Cura di sé e forma fisica: gli italiani non badano a spese © iStock

Sanihelp.it - Gli italiani si sentono bene e sono sempre più attenti alla cura di sé e alla propria immagine, tanto da aver destinato nel 2018 un totale di 43 miliardi di euro all’acquisto di prodotti e servizi per il benessere. Questo il quadro che emerge dal Primo Rapporto sull’Economia del Benessere, un’indagine voluta da Philips e realizzata da Doxa da cui emerge che oltre l’80% degli italiani valuta positivamente il proprio stato di salute, il 70% è sempre più attento alle scelte alimentari e più di uno su tre dedica almeno un quarto della propria giornata alla cura del corpo.

Dati che si riflettono anche nel paniere di spesa in benessere, che per oltre il 40% è riservato alla sana alimentazione, per il 24% alla cura del corpo e per il 20% all’attività fisica. Il Rapporto mette in luce quanto le abitudini alimentari degli italiani stiano mutando: solo 2 su 3 affermano di essere onnivori, mentre la restante parte ha deciso di seguire un particolare stile alimentare (24%) oppure una dieta specifica (10%). Il concetto di integrazione nutrizionale è ormai diffuso, con la gran parte degli intervistati che afferma di utilizzare prodotti come tisane, semi, vitamine, integratori, fermenti lattici.

Piacere a sé stessi e sentirsi a proprio agio con gli altri è una priorità: quasi il 40% del campione dedica un quarto della propria giornata a cura del corpo e l’incidenza è maggiore tra i più giovani. Una cura della propria immagine che passa da trattamenti estetici di vario tipo svolti in centri appositi (55%), all’acquisto di dispositivi per la cura del corpo (41% tra rasoi, epilatori, idropulsori e massaggiatori) alla frequentazione di beauty farm (17%).

Otto persone su 10 fanno qualche attività fisica e 4 su 10 praticano uno sport (tra i preferiti running, fitness e nuoto). E se quasi il 40% è iscritto a palestre, corsi o piscine, ben il 31% dispone di app, software o altri supporti digitali utili a praticare attività sportiva e più del 20% nell’ultimo anno ha acquistato un device tecnologico ad hoc.

Un italiano su 3 dichiara di essere spesso stressato, specialmente le donne (42% vs 22% di uomini). Per il sonno inquieto, che interessa il 33% degli intervistati, gli italiani spendono1,8 miliardi di Euro: il 50% del campione utilizza tisane, farmaci, integratori, prodotti omeopatici e fitoterapici. Seguono l’acquisto di strumenti per migliorare la qualità del sonno e il ricorso a specialisti, che assorbono 493 milioni di Euro e 354 milioni di Euro.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Philips

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Video del Giorno: