Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Incontinenza urinaria: 8 consigli per vacanze serene

di
Pubblicato il: 06-08-2019

Incontinenza urinaria: 8 consigli per vacanze serene © iStock

Sanihelp.it - Per chi soffre di incontinenza urinaria, che interessa in Italia circa 5 milioni di persone sopra i 18 anni (3,7 milioni di donne e 1,4 milioni di uomini, con un rapporto di 2,7 a 1 tra i due sessi), le vacanze possono diventare un vero disagio. Ma è sufficiente mettere in atto piccoli accorgimenti per affrontare il viaggio. 

1. Per quanto riguarda l’assunzione di liquidi, se da una parte è vero che bere regolarmente può aiutare a regolarizzare l’intestino e limitare l’insorgenza di cistiti acute o calcoli urinari, dall’altra parte nella maggior parte dei casi non è necessario imporsi di superare un litro e mezzo di acqua al giorno in presenza di una dieta ricca di frutta e verdura.

2. Si consiglia di assumere i liquidi gradualmente nell’arco dell’intera giornata, in piccole dosi, a temperatura ambiente. Inoltre è bene rinunciare a caffè, te e bevande alcoliche che aumentano l’iperattività della vescica, oltre ad aumentarne le irritazioni; infine, tra le bevande fresche preferire quelle ricche di vitamina C e a base di mirtilli rossi, ottime per la protezione delle mucose delle vie escretrici.

3. Tra i cibi consigliati, frutta e verdura a volontà, si anche a frullati o centrifugati: in questo modo si assumono velocemente un gran numero di nutrienti e - nel caso della verdura - si evita di usare condimento in eccesso. Ok anche per legumi, soia e pomodori.

4. Stare alla larga da tutte le pietanze troppo salate, unte o grasse; meglio evitare il pepe, il peperoncino e le spezie che stimolano la vescica, oltre a essere irritanti. Ahimè niente cioccolato (o almeno consumato con moderazione), contiene troppa caffeina.

5. Cercare di rispettare una corretta distribuzione dei pasti, evitando cene abbondanti e un consumo eccessivo di liquidi la sera. Preferire metodi di cottura semplici, come a vapore, microonde, griglia o piastra, pentola a pressione.

6. Fondamentale curare l’igiene intima. Praticare lavaggi più frequenti, così da diminuire l’insorgere di batteri che aggravano lo stato di incontinenza; in alternativa utilizzare i detergenti in crema fluida, che si utilizzano senza acqua, in questo modo vi è una diminuzione del rischio di creare ambienti umidi (causa di arrossamenti) dovuti anche a una non adeguata asciugatura.

7. Scegliere il prodotto assorbente giusto è fondamentale, non solo in accordo al tipo di continenza ma anche di vestibilità. Scegliere ausili che siano garanzia di comfort e sicurezza e naturalmente discrezione; associare un abbigliamento leggero e traspirante, in prodotto naturale come il cotone, per aiutare la cute a respirare e a mantenere la temperatura del corpo adeguata.

8. Preparare un kit da viaggio con salviette intime, fazzoletti di carta; biancheria intima e abiti di scorta; prodotti assorbenti; traverse da letto assorbenti per sentirsi a proprio agio anche se si dorme in hotel o a casa di amici; buste in plastica per riporre gli indumenti umidi o per smaltire gli accessori usati. Infine è importante ricordare che in presenza di incontinenza urinaria può essere utile in moltissimi casi la riabilitazione del pavimento pelvico, vale a dire l’insieme di tecniche non invasive che possono portare anche alla risoluzione del problema.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Fondazione italiana continenza

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Video del Giorno: