Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Greenpeace: «questo mais non s'ha da mangiare!»

di
Pubblicato il: 23-06-2005
Sanihelp.it - Un rapporto di Greenpeace denuncia la nocività di un tipo di mais geneticamente modificato, l’OMG MON863. Nel documento si evidenziano gli effetti negativi di tale prodotto alla salute dei topi usati come cavie.

Per l’associazione ambientalista quel mais ogm andrebbe messo al bando per due motivi. Il primo segue le spiegazioni del professor Gilles Eric Serafini della Commissione di Stato francese sulla genetica biomolecolare, responsabile delle valutazioni dei rischi delle piante Ogm, secondo il quale «gli standard di sicurezza nelle procedure europee di autorizzazione degli Ogm sono in generale inadeguati».

In secondo luogo si chiama in causa il professor Arpad Pusztai, che ha già fatto una valutazione dei rischi del MON863 per il governo tedesco, per il quale «non si può pensare che i danni agli organi interni e al sangue dei ratti siano un caso. Gli esperimenti compiuti sono inadeguati e la valutazione dei dati non corretta, sono assolutamente necessarie altre indagini».

In pratica per Greenpeace questo mais non solo sarebbe un pessimo cibo, ma anche un pericoloso mangime per animali.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti