Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > Articolo

Il cibo è il protagonista dell'estate

di
Pubblicato il: 06-08-2019

Chi si immagina i turisti intenti a fotografare tramonti e panorami mozzafiato si sbaglia di grosso: in vacanza si pensa a mangiare e a fotografare per postarli, i piatti più belli


Il cibo è il protagonista dell'estate © iStock

Sanihelp.it - Il turista per cosa spende il suo badget?

Per il cibo soprattutto, che ama mangiare e condividere sui social.

È questo il quadro che si può delineare analizzando i dati di Fipe - Federazione Italiana Pubblici Esercizi.

Secondo questi dati gli italiani in vacanza spenderanno mediamente 6,5 miliardi, e i soldi dedicati al cibo rappresentano la prima voce di spesa per i turisti.

Gli italiani in vacanza, non solo pensano assiduamente al cibo, ma vogliono anche condividerlo sui social.

Non a caso il vero fenomeno dell’estate  è il food sharing, ovvero la condivisione sui social di foto di piatti e pietanze,da quelli degli chef a quelli casalinghi.

Con il selfiefood, il cibo diventa quasi un rito, con una regola fondamentale, prima di essere gustato, un piatto deve essere fotografato e postato.

Anche per questo cresce sempre più l’attenzione verso il lato estetico dei piatti, i ristoratori non possono che adeguarsi ed assecondare la crescente propensione dei consumatori a pubblicare i piatti sui social attraverso foto e video, al fine di esaltarne forme e cromatismo. 

Cosa scelgono gli italiani in vacanza quando si siedono a tavola?

Al primo posto il piatto unico, meglio se vegetariano, forse non tanto o non solo per esigenze salutistiche quanto piuttosto perché in vacanza il tempo dedicato alla cucina non è poi così tanto. Sul podio anche pasta e pesce, mentre si consuma meno la carne.

Per le bevande, invece, tanta acqua per rimanere idratati e birra più che vino.

ll cibo all'italiana, in ogni caso, spopola sui social con gli hashtag dedicati: da #italianfoodporn a #italianfoodlover.

Nonostante la spesa per il cibo dei 24 milioni di italiani che andranno in vacanza quest’estate , 11 milioni solo ad agosto, si attesti sui 6,5 miliardi, non sono sufficienti a fornire un quadro positivo dei consumi estivi dei due mesi già conclus (giugno e luglio) e neppure per agosto. 

Insomma anche se agosto è solo all’inizio è già tempo di tirare le somme. 

Il sentimento della ristorazione è fortemente negativo con un saldo tra chi si aspetta una stagione migliore dell’anno scorso e chi, al contrario, se l’aspetta peggiore pari a -22%.

Nonostante tutto però, conclude Lino Enrico Stoppani, Presidente Fipe: «Anche in estate il rapporto con il cibo si dimostra un tratto distintivo della cultura degli italiani, ma non solo: il proliferare di hashtag che sintetizzano in una parola la ricchezza della nostra tradizione culinaria è l’ulteriore dimostrazione del fatto che lacucina italiana è una passione e un’ispirazione anche per milioni di turisti». 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Fipe

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Video del Giorno: