Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Cure alternative

Bagno nel semicupio, una terapia ancora attuale

di
Pubblicato il: 27-08-2019

Un rimedio della nonna che dovrebbe essere riscoperto, per diversi problemi, anche ai giorni nostri


Bagno nel semicupio, una terapia ancora attuale © iStock

Contenuti correlati

  • Nessun articolo correlato

Sanihelp.it - Tanti sono affezionati ai così detti rimedi della nonna, e alcuni di questi sono ancora molto efficaci oggi.

Ad esempio, un rimedio efficace per alcuni tipi di problemi è sicuramente il bagno nel semicupio.

Il semicupio, per chi non l’abbia mai visto, è una vasca. In particolare, è una piccola vasca di forma rotonda, caratterizzata dalla presenza di una spalliera.

Si utilizza moltissimo per poter fare dei bagni parziali al corpo, in particolare per l’area inferiore del corpo.

Ancora oggi se ne possono trovare in commercio, ma spesso sono pezzi vintage o ereditati da nonni e bisnonni.

Eppure, il bagno nel semicupio può essere davvero un toccasana per tanti disturbi, e può tranquillamente rientrare nelle diverse forme di idroterapia.

 In particolare, si potrà fare il bagno nel semicupio con tecniche diverse, in genere utilizzando il così detto ammollo, quindi la tecnica per la quale si starà fermi all’interno dell’acqua.

In molti casi si utilizzano oli essenziali, sali e altre sostanze che possono rendere più semplice la guarigione da alcuni disturbi.

 Si possono, quindi, individuare tre usi principali del semicupio:

Il semicupio freddo

Il bacino verrà immerso in acqua fredda, e sarà necessario mantenersi in ammollo per almeno cinque minuti.

Si potranno fare cicli di una settimana per migliorare disturbi circolatori locali, oppure per aiutare anche a ridurre la congestione nasale e problemi come l’eiaculazione precoce.

Il semicupio caldo

Il semicupio caldo si eseguirà come quello freddo, ma l’ammollo dovrà essere proseguito per almeno dieci minuti a seduta.

Può servire molto per curare le cistiti, le infiammazioni ginecologiche e anche le ragadi.

Il semicupio tiepido

Infine, si potrà eseguire anche il semicupio tiepido, sempre con un ammollo di dieci minuti per seduta.

Questo potrà servire soprattutto ad aiutare chi soffra di emorroidi, chi soffra di congestione e anche chi abbia un problema di prurito intimo.

All’acqua del semicupio si potranno aggiungere oli essenziali puri, come quello di lavanda, che è calmante, quello di camomilla, che è lenitivo, oppure quello di timo, che aiuta ridurre la carica microbica.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Cure Naturali

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Video del Giorno: