Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Pressione arteriosa irregolare e sviluppo di demenza

di
Pubblicato il: 20-08-2019

Pressione arteriosa irregolare e sviluppo di demenza © iStock

Sanihelp.it - Secondo uno studio condotto presso la Johns Hopkins University e pubblicato sulla rivista Jama, soffrire di ipertensione alla mezza età, costituisce un fattore di rischio per lo sviluppo di demenza nella vecchiaia.

Gli autori dello studio sono arrivati a queste conclusioni dopo aver analizzato i dati relativi a 4700 persone, seguite per un quarto di secolo.

Nello specifico gli studiosi hanno potuto osservare che i pazienti che alla mezza età erano ipertesi e lo erano anche durante la vecchiaia, avevano il 49% di probabilità in più di sviluppare demenza senile rispetto alle persone con pressione arteriosa nella norma.

Il rischio demenza senile, inoltre,  è risultato ancora più grave per i pazienti che oltre ad aver sofferto di ipertensione nella mezza età, hanno sviluppato problemi di ipotensione nella vecchiaia.

In tarda età la pressione massima tende ad aumentare, mentre la minima tende a scendere a causa dei cambiamenti strutturali che possono intervenire nell’anatomia dei vasi stessi.

Secondo gli autori di questo studio, infine,anche la demenza può determinare una riduzione della pressione arteriosa, in quanto può interrompere il sistema nervoso autonomo del cervello.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Jama

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Video del Giorno: