Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Adipociti ingrassati? Insensibili ai comandi dell'insulina

di
Pubblicato il: 02-10-2019

Adipociti ingrassati? Insensibili ai comandi dell'insulina © iStock

Sanihelp.it - L’obesità è in costante e preoccupante aumento in tutto il mondo e rappresenta uno dei più importanti fattori di rischio per lo sviluppo del diabete di tipo 2 e delle malattie cardiovascolari. Nella maggior parte degli individui obesi l'incapacità di formare nuove cellule capaci di immagazzinare il grasso (adipociti) fa sì che quest’ultimo si accumuli nelle cellule già presenti nel tessuto adiposo, facendole ingolfare

Queste cellule oversize (ipertrofiche) inviano dei segnali d'allarme al sistema immunitario. In risposta, alcune cellule dei sistema immunitario (macrofagi e linfociti) vengono richiamate nel tessuto adiposo stesso. E questo determina la creazione di un ambiente infiammatorio che interferisce con la maturazione di nuove cellule adipose, rendendo insensibile il tessuto adiposo all'azione dell’insulina. La creazione di questo circolo vizioso di carattere infiammatorio si associa all'insorgenza di insulino-resistenza, uno dei meccanismi alla base del diabete di tipo 2. 

Il funzionamento anomalo del tessuto adiposo è in gran parte correlato alla scarsa attività di una proteina che regola la maturazione degli adipociti e le loro funzioni metaboliche. Recentemente, il gruppo di ricerca del Cnr di Napoli ha identificato una variante difettosa di questa proteina presente in elevate quantità nel tessuto adiposo degli individui obesi con diabete. Questa proteina tronca, ostacolando l’attività della proteina normale, interferisce con la normale formazione di nuovi adipociti e si associa a insulino-resistenza e diabete negli individui obesi.

I risultati dello studio dimostrano che l'elevata presenza di molecole infiammatorie nel tessuto adiposo altera i livelli delle diverse forme della proteina, riducendo l'attività funzionale di questa proteina. In particolare, la ricerca ha rivelato che l'aumento di una specifica molecola infiammatoria prodotta in grandi quantità dagli adipociti oversize e dai macrofagi reclutati nel tessuto adiposo infiammato degli individui con obesità ipertrofica, è in grado di sbilanciare il rapporto tra la proteina difettosa e quella normale, a favore della prima. L’aumento di questa proteina anomala potrebbe spiegare, almeno in parte, il difetto nella formazione di nuovi adipociti osservato negli obesi. Lo studio rappresenta un ulteriore passo in avanti nella comprensione dell'intricato rapporto tra obesità e diabete di tipo 2.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
A dominant negative PPARgamma isoform at the crossroad between adipogenesis and obesity

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Video del Giorno: