Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Sport e fitness

Indice glicemico degli alimenti: perché è importante

di
Pubblicato il: 08-10-2019

Per molto tempo si è preso in considerazione soltanto l'apporto di zuccheri negli alimenti, per poi concentrarsi invece sulla capacità degli stessi di aumentare la glicemia


Indice glicemico degli alimenti: perché è importante © iStock

Sanihelp.it - Per anni si è ritenuto che i carboidrati semplici fossero tutti uguali e facessero salire rapidamente il glucosio nel sangue, mentre che tutti i carboidrati complessi (pane, pasta, ecc.) lo facessero salire lentamente e gradualmente. Tuttavia, non è sempre così: per quanto riguarda i carboidrati semplici, per esempio, si è scoperto che il pane bianco fa salire più rapidamente la glicemia rispetto a un gelato.

Da tutto ciò è nato il concetto di indice glicemico, importante nella prevenzione e nella terapia del diabete, delle malattie cardiovascolari e dell’obesità.
L’indice glicemico (IG) di un alimento indica l’incremento glicemico indotto dall’ingestione di quell’alimento  rispetto a uno di riferimento (glucosio, ma oggi si usa anche il pane bianco), a parità di contenuto di carboidrati. L’indice glicemico viene espresso in termini percentuali: un alimento con un indice glicemico di 50% determina un innalzamento della glicemia pari alla metà di quello indotto dal glucosio oppure dal pane bianco.

Esistono delle tabelle di classificazione degli alimenti con IG elevato, intermedio e basso: i cibi che fanno salire il glucosio rapidamente hanno un IG alto, quelli che lo fanno salire gradualmente hanno un IG basso.

Dobbiamo inoltre tenere presente che l’IG dipende non solo dal tipo di alimento, ma anche da altri fattori, come ad esempio il tipo di cottura e dagli altri cibi che si assumono contemporaneamente, quindi dal pasto nel suo complesso.

Gli alimenti che fanno innalzare rapidamente la glicemia sono, tra gli altri, i cibi a base di farine raffinate, come pane, cracker, grissini, pizza, i cibi cui lo zucchero viene aggiunto, come biscotti, brioche, caramelle, marmellate, gelati, le patatine fritte, riso, birra.

Altri invece fanno innalzare il glucosio nel sangue più lentamente, come la carne e il pesce, le uova, i legumi, la frutta (dipende molto anche dal tipo di frutto) e la verdura, i formaggi e gli insaccati.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Elisa Brambilla

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?