Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

I disturbi del sonno meno noti: l'atto sessuale inconscio

di
Pubblicato il: 16-04-2002

Durante il sonno sono stati spesso segnalati alcuni comportamenti inusuali come camminare, mangiare o addirittura commettere atti violenti. Ma è interessante la segnalazione di casi in cui durante il sonno si sono evidenziati comportamenti sessuali inconsci e talvolta aggressivi.

Sanihelp.it - Alcuni ricercatori della Stanford University in California, con uno studio su 11 pazienti affetti da “comportamento sessuale atipico durante il sonno”, hanno scoperto che alcune azioni di questi soggetti, varianti dall’emissione di gemiti fastidiosi a veri e propri assalti al partner, possono essere legate a disordini del sonno e, in molti casi, a condizioni psichiatriche che si svelano dormendo.

Questi casi sono riportati sul numero di Marzo/Aprile della rivista Psychosomatic Medicine dal Dott. Christian Guilleminault del Stanford Sleep Disorder Center.

In tutti i casi, esaminati si sono riscontrati disturbi del sonno, e la maggior parte dei pazienti riferiva problemi legati al sonno nel passato quali il sonnambulismo ed incubi notturni.
I due pazienti, il cui comportamento si limitava a dei sonori gemiti durante la notte, non avevano mai accusato alterazioni del sonno in precedenza.

Negli altri nove pazienti, il comportamento sessuale anormale variava dalla masturbazione violenta a veri e propri assalti al partner durante il sonno. Al risveglio i pazienti non ricordano nulla dell’accaduto ed inoltre se vengono svegliati dal partner durante l’atto sessuale, appaiono confusi e disorientati.

I medici riportano il caso di un giovane di ventinove anni che ha assalito, per più di sei anni, la propria partner durante alcune ore della notte. Questo paziente proviene da una famiglia con precedenti di malattie psichiatriche, ma risulta completamente sano di mente. Per il suo disturbo il giovane è stato curato con farmaci specifici per la cura dei disordini della fase di sonno REM.

In sette degli altri pazienti sono state diagnosticate alcune condizioni psichiatriche quali forte depressione, disordini ansiogeno-compulsivi ed ansia. In alcuni casi i pazienti hanno riferito precedenti di abusi sessuali.
I ricercatori riferiscono di un caso in cui un uomo, che riportava una lunga storia di disturbi del sonno di carattere sessuale, era stato particolarmente colpito dalla rivelazione della propria omosessualità da parte del padre. Le sue credenze religiose lo hanno allora portato ad astenersi dal sesso e da altri comportamenti giudicati inappropriati dalla società e pertanto durante il sonno avvenivano, a livello inconscio, questi “atti liberatori”.

Per chi è affetto da questa sindrome ci sono buone speranze di cura: secondo Guilleminault questo comportamento sessuale anomalo può essere corretto, nella maggior parte dei pazienti, curando i disturbi psichiatrici di base e le alterazioni del sonno.

FONTE: Psychosomatic Medicine 2002


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti