Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

I trucchi per dimagrire mangiando

di
Pubblicato il: 19-07-2005

Golosità, fame, stress e vita frenetica: sono i nemici della dieta e della linea. Ma dimagrire senza grosse rinunce è possibile, seguendo alcune semplicissime regole.

Sanihelp.it - Lavoro, palestra, amici, famiglia: la frenetica vita moderna non concede tregua, con il risultato di dover sacrificare il momento del pasto, consumato spesso in tutta fretta, scegliendo soluzioni veloci e poco impegnative, come panini e cibi precotti. Così la linea si appesantisce e la salute ne risente…  
In realtà seguire un'alimentazione equilibrata e sana mantenendo ritmi di vita serrati non è impossibile né difficile, basta seguire alcune semplici norme alimentari e comportamentali.  
 
I pasti dovrebbero essere almeno tre: 
  1. la prima colazione: è il pasto più importante della giornata, che deve apportare dal 15 al 20% dell’intero fabbisogno energetico quotidiano e deve comprendere molti carboidrati complessi, pochi grassi e poco zucchero
  2. il pranzo: deve fornire il 40-50% delle calorie quotidiane: ottimi i primi piatti a base di carboidrati, (pronti a fornire rapidamente l’energia necessaria al funzionamento di muscoli e cervello), come la pasta con verdure, oppure al pomodoro, oppure una zuppa di legumi o un minestrone di verdure
  3. la cena: riempie il restante 30-40% e deve comprendere un secondo piatto, un contorno, del pane e della frutta di stagione. La soluzione migliore è il pesce (almeno due/tre volte la settimana). Carne e uova: non più di due/tre volte la settimana, in quanto alimenti ricchi di colesterolo. Gli amanti della carne dovrebbero comunque avere cura di eliminare il grasso visibile.
 
 
Importante anche lo spuntino, da scegliere però in base ad alcuni criteri:  
  • non superare le 150-200 calorie
  • variare le merende nel corso della settimana
  • associare agli spuntini 1-2 bicchieri d’acqua
  • preferire le confezioni richiudibili o quelle monodosi.
 
 
Qualche regola da ricordare:  
 

  • La dieta deve essere variata, cioè includere tutti i cinque gruppi di alimenti:  
    1. frutta e ortaggi
    2. cereali e tuberi
    3. latte e derivati
    4. carne, pesce, uova e legumi
    5. grassi da condimento.
  • Concentrarsi sempre sul cibo quando si è a tavola: il contesto in cui il pasto viene consumato ne influenza la percezione qualitativa e quindi la sensazione di sazietà: evitate di distrarvi guardando la televisione o leggendo il giornale. Non riempite completamente il piatto e imponetevi di alzarvi da tavola per evitare il bis. Mentre mangiate masticate e deglutite lentamente: accelera il senso di sazietà e favorisce una buona digestione.
  • Per quanto riguarda zuccheri e grassi, nemici della linea ma irrinunciabili per la gioia del palato: preferite i gelati alla frutta e i dolci secchi o con marmellata. Il miglior grasso da condimento è l’olio d’oliva. Attenzione all’impiego di zucchero per dolcificare tè o bevande, soprattutto se l’etichetta indica già l’aggiunta di zucchero.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti