Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Il guardiano elettronico manda in pensione la terapia intensiva

di
Pubblicato il: 25-07-2005
Sanihelp.it - Nei reparti ospedalieri si concentrano sempre più malati anziani, affetti da pluripatologie, in certe fasi clinicamente instabili e identificabili come "Chronically critically ill".

Attualmente essi richiedono una prolungata degenza in terapia intensiva, che nel caso degli anziani raramente garantisce un soddisfacente recupero. Questi pazienti, rappresentano il 5-10% dei ricoveri in Terapia Intensiva, presentano un'età elevata (per oltre il 50% hanno più di 65 anni), un'elevata mortalità e determinano un elevato impiego di risorse.

Al poliambulanza di Brescia e alle Ancelle della carità di Cremona si sta studiando un'alternativa. Si sta infatti sperimentado the guardian, il guardiano elettronicocce è in grado di monitorare in continuo i principali parametri vitali di ciascun paziente: battito, respiro, pressione, SpO2, ECG a due derivazioni, temperatura; in aggiunta viene controllata l'ortostasi (ovvero la posizione del corpo nello spazio) per dare l'allarme in caso di caduta del paziente.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti