Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Lezione 2: le correzioni

di
Pubblicato il: 01-08-2005

Lezioni di trucco parte seconda: siamo arrivate alle correzioni. Dopo la base, si passa al correttore.

Sanihelp.it - Parlando di correzioni bisogna innanzitutto dire che la maggior parte dei truccatori preferisce effettuare le correzioni dopo aver steso il fondotinta (con l'unica eccezione del correttore verde, nel qual caso la correzione va effettuata prima di stendere il fondotinta).  
 
I correttori che si trovano attualmente sul mercato si presentano sotto forma di stick, cialdine o palettine multicolore. Si tratta di prodotti molto coprenti che difficilmente vengono assorbiti dalla pelle e che, a seconda dei casi, si possono mischiare con fondotinta fluidi. 
Una variante del correttore è il camouflage, che è ancora più coprente del correttore: contiene infatti il 90 % di pigmenti colorati, contro l’80% del correttore. 
 
Qualsiasi formulazione si scelga, l’importante è che il colore del correttore sia uguale a quello del fondotinta (e quindi della pelle), perché un colore più chiaro darebbe più luce al gonfiore di un’occhiaia o di un brufolo.  
 
Il correttore va applicato nelle zone del viso generalmente un po’ più arrossate o più scure o profonde, e cioè: la parte sottostante l’occhio (ovvero le occhiaie), gli angoli esterni degli occhi, l’attaccatura delle ali del naso, gli angoli della bocca, le parti del viso arrossate e gli eventuali brufoletti.  
Dopo aver applicato un po’ di prodotto con l’aiuto di un pennello a lingua di gatto, aiutatevi a stenderlo con le dita o con la spugnetta che avete usato per il fondotinta. 
 
Nel caso di occhiaie molto accentuate (bluastre o violacee), al correttore naturale se ne può aggiungere un altro di colore arancio (eventualmente i due colori possono essere mischiati). Sul solco scuro sottostante l’occhio si traccia una linea di correttore (usando un pennellino), che andrà a schiarire l’ombra creata dal gonfiore, poi si sfuma verso il basso, usando prima un pennellino e poi una spugnetta.  
 
Per coprire perfettamente i brufoli, si passa il correttore sul foruncolo e poi si picchietta con il dito per non creare macchie. 
 
Il correttore verde va usato per nascondere le macchie rosse della pelle, in quanto il verde, colore complementare del rosso, attenua il rossore facendolo scomparire. È quindi perfetto per correggere il problema della couperose. Il procedimento è sempre lo stesso: si applica il correttore e poi si picchietta sopra il fondotinta.  
 
Per attenuare il difetto degli occhi troppo vicini, si applica un correttore chiaro all’angolo interno dell’occhio sfumandolo verso l’esterno: questo accorgimento creerà un’illusione ottica che allontana gli occhi.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti