Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

In forma senza rischi

di
Pubblicato il: 24-08-2005

Al mare o in città, restare in forma nei mesi estivi richiede più attenzione. Dalle bevande all'abbigliamento, ecco i consigli per non farsi abbattere dallo sport

Sanihelp.it - Nonostante le bizze metereologiche degli ultimi tempi, l’estate non è ancora finita, anzi, il caldo promette di tornare presto.
Che siate ancora in vacanza o già rientrati in città, per fare sport senza correre rischi occorre essere preparati.
Ecco, a questo proposito, alcuni consigli utili elaborati dal Gatorade Sports Science Institute.

  • Riconoscere i segnali della disidratazione, come perdita d’energia, giramenti di testa, perdita di coordinazione, crampi, mal di testa o fatica inusuale: se non affrontati, possono provocare sintomi più gravi.


  • Permettere al corpo di acclimatarsi, cioè di adattarsi al caldo. Gli atleti acclimatati sudano presto, in grande quantità e su una grande area corporea ottenendo un migliore raffreddamento. Per avere questo risultato, aumentare progressivamente la durata e l’intensità dell’attività sportiva nel corso delle prime due settimane di allenamento. La maggior parte dei casi di colpi di calore si manifestano nei primi 2 o 3 giorni di allenamento.


  • Bere a sensazione. Una volta che il corpo si è adattato al caldo, infatti, è necessario bere di più in quanto la perdita di sudore è maggiore. Tuttavia non vi è vantaggio nel consumare fluidi in eccesso: l’atleta deve imparare a bere secondo la sua necessità, pesandosi prima e dopo l’allenamento in modo da ottimizzare l’idratazione e ridurre al minimo le perdite di peso.


  • Tenere liquidi a portata di mano. Quando si pratica un’attività fisica, fare in modo di avere sempre a disposizione quello che si vuole bere.


  • Preferire bevande sportive all’acqua. È dimostrato che i carboidrati contenuti negli sport drink conferiscono energia ai muscoli, mentre il sodio stimola l’atleta a bere, favorendo una giusta idratazione.


  • Rinfrescare l’organismo, non la testa. Bagnarsi la testa dà una sensazione di freschezza solo temporanea, ma non reintegra i liquidi persi e non abbassa la temperatura del corpo. È il sudore che svolge il colpito di mantenere fresco l’organismo e perché questo processo sia efficace è necessario mantenere il giusto livello di idratazione.


  • Meglio fare sport al mattino o alla sera, momenti della giornata in cui il clima è più fresco. Da evitare l'esposizione diretta al sole o a superfici calde.


  • Attenzione all’abbigliamento. Mantenersi freschi con un clima caldo significa indossare un abbigliamento leggero. Se lo sport prevede accessori come il casco, è consigliabile toglierli durante gli intervalli o le pause.


  • Più pause. Aumentare la frequenza e la durata delle pause aiuta infatti a mantenersi freschi e idratati.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti