Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Magri e forti con la dieta italiana

di
Pubblicato il: 23-09-2005

Cibi leggeri ma gustosi, esercizi per un fisico atletico e buona coscienza alimentare. Con questi ingredienti la dieta italiana promette un corpo magro e forte per sempre

Sanihelp.it - Nel vasto panorama delle diete, ne esiste una familiare nel nome quanto nei contenuti: la dieta italiana. Si tratta, come ci spiega il suo creatore Roberto Albanesi, di un regime dietetico che è il frutto dell’unione di più principi provenienti da modelli alimentari precedenti, ma assemblati in una sinergia unica che punta a un risultato importante: essere magri (con l’alimentazione) e forti (con lo sport).

La dieta italiana, infatti, si basa su un insieme di 30 regole che comprendono sia la dieta che l’esercizio fisico.
L’obiettivo è quello di proporre un modello che sia preciso, coerente, concreto e compatibile con la qualità della vita.

Niente rinunce eccessive e inutili regimi impositivi, insomma, ma nemmeno false illusioni. «Per anni», spiega Albanesi, «si è parlato con entusiasmo della dieta mediterranea, anche se in realtà non esiste una spiegazione chiara di cosa sia esattamente, e molto spesso si tratta solo di un alibi per continuare a mangiare quello che si vuole senza sensi di colpa».

Nella dieta italiana, invece, le indicazioni sono precise: un corpo magro deve avere un indice di massa corporea non superiore a 22, e il fabbisogno calorico giornaliero deve essere rispettato in maniera scrupolosa per ottenere un dimagrimento dolce e costante.

«Nella dieta italiana si mangia di tutto», dice Albanesi, «con una ripartizione giornaliera dei macronutrienti che prevede un 45% minimo di carboidrati, un 15% minimo di proteine e un 25% minimo di grassi, più un altro 15% da distribuire tra i tre gruppi in modo variabile a seconda delle caratteristiche specifiche della persona, come sesso, età e stile di vita».

Naturalmente zuccheri aggiunti, grassi saturi e alcolici vanno assunti con moderazione, ma la dieta italiana si propone di offrire un tipo di alimentazione ipocalorica che sia anche appetibile e saziante.
Per farlo, Albanesi propone di affidarsi alla cucina ASI, che propone ricette studiate calcolando il potere saziante degli alimenti, senza penalizzare il gusto.

«Non dimentichiamo, però, che non è possibile seguire un’alimentazione corretta senza praticare un’attività fisica continua e di intensità non trascurabile», conclude Albanesi.
«Per avere un corpo magro e forte lo sport è fondamentale, e per mantenere per tutta la vita una forma fisica invidiabile non bisognerebbe mai scendere sotto la soglia di efficienza fisica che permette di percorrere 10 km in un’ora correndo o camminando». Albanesi l’ha chiamato il Test del Moribondo: se non lo superate, la dieta italiana promette di rimettervi in sesto nel giro di 4 mesi, facendovi tagliare il traguardo dei 10 km senza più chili superflui.


Per saperne di più: R. Albanesi, La dieta italiana. Manuale completo dell'alimentazione, Thea 2004
Sito internet www.albanesi.it


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti