Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Allarme tbc: ogni anno 8 milioni di morti, cresce diffusione

di
Pubblicato il: 30-08-2005
Sanihelp.it - La tubercolosi, una malattia infettiva e contagiosa antica come l’uomo, sta facendo registrare una ripresa dell’incidenza.
Contrariamente alle previsioni di un controllo ottimale della malattia e della sua diffusione, effettuate circa 25 anni fa e che in Italia hanno portato alla chiusura dei Dispensari Antitubercolari, a partire dalla seconda metà degli anni Ottanta si è osservata, nei paesi industrializzati, una lenta e progressiva ripresa dell’incidenza della malattia.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ritiene che oggi a livello mondiale la tubercolosi sia la malattia più diffusa: ogni anno si verificano nel mondo 8 milioni di nuovi casi e 3 milioni di morti.

Tra i possibili motivi della riaccensione epidemica ci possono essere la diffusione dell’immunodeficienza acquisita correlata all’Hiv, l'aumento del flusso migratorio più o meno controllato da Paesi in cui la malattia sia particolarmente diffusa, l'aumento di bacilli resistenti ai farmaci antitubercolari.

La prevenzione, che si fonda sull’identificazione rapida di infetti e di malati, è fondamentale per fermare il diffondersi della malattia.
Tutti i bambini a contatto con un adulto malato devono essere sottoposti al test cutaneo (tine test, intradermoreazione alla Mantoux), che è un test di screening di facile esecuzione, di basso costo e altamente attendibile.
L’infezione, una volta identificata, viene trattata con un solo farmaco per 6–9 mesi per prevenire lo sviluppo quantitativo dei germi, in attesa della disponibilità di un vaccino più efficace.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ospedale Pediatrico Bambino Gesù - Roma

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti