Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Papà, sei proprio sicuro?

di
Pubblicato il: 21-09-2005

Una ricerca inglese ha riportato in primo piano un problema antico, quello della paternità presunta. Un padre su 25, infatti, cresce senza saperlo un figlio non suo...

Sanihelp.it - «Mater semper certa est», dicevano i nostri antenati.
Da allora la consapevolezza che la paternità di un figlio sia sempre incerta si è radicata nella società, tanto da giungere alla creazione di appositi test del Dna per verificare la reale identità del padre.

Certo i principi di monogamia e fedeltà reciproca dovrebbero mettere molte coppie al riparo da questi rischi, ma spesso la realtà è un’altra.

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Liverpool ha deciso di vederci più chiaro su quella che in gergo scientifico viene definita discrepanza di paternità, e per farlo ha analizzato e raggruppato centinaia di dati sulla paternità raccolti in Inghilterra dal 1950 al 2004.
Il risultato è stato sorprendente: un padre su 25 cresce, senza saperlo, un figlio non suo.

La notizia, pur trattando una realtà certamente non nuova, ha sollevato polemiche e sconcerto.
Come può una madre tacere al partner una cosa talmente importante? E anche nel caso la madre sia in dubbio, è lecito scegliere di non conoscere la paternità del nascituro senza parlarne con colui che, comunque, dovrà fargli da padre?

Il tema è delicato e coinvolge sfere affettive profonde. Come reagirebbero davanti alla verità quel 4% di uomini che senza saperlo sono padri non biologici?
La sofferenza certo sarebbe tanta, il dolore e la frustrazione rischierebbero di ritorcersi ingiustamente su quel figlio che non ha colpa, e forse è proprio questa la motivazione che spinge tante madri, consapevoli della realtà, a decidere di tacere.

Condannare o giustificare a priori è impossibile, ma una cosa è certa: l’amore per un figlio va ben oltre il corredo cromosomico.
È fatto di momenti quotidiani, di piccole e grandi sfide affrontate insieme, di lacrime e di sorrisi. Nessun padre può dimenticarlo, tanto più in una società di equilibri familiari complessi in cui figli biologici, figli di nuovi compagni e figli adottivi vivono insieme senza troppi pregiudizi sulla paternità biologica.
Indubbiamente è uno dei regali migliori dell’era moderna, anche se molti tendono a dimenticarlo: secondo lo studio, il numero di test del Dna commissionati via internet nel 2001 è stato di 300.000, contro i 190.000 del 1991. Fidarsi è bene, ma...

E tu come reagiresti se scoprissi di non essere il vero padre, o se dovessi tener segreta una paternità scomoda? Dillo nel forum!


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Journal of Epidemiology and Community Health

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti