Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Malattie genetiche, intervenire in gravidanza per batterle

di
Pubblicato il: 30-09-2005
Sanihelp.it - Esistono alcune malattie genetiche, come l'osteopetrosi infantile maligna, i cui effetti si manifestano già durante la gravidanza e che, purtroppo, già al momento della nascita determinano gravi anomalie che a quel punto è assai difficile correggere.

Per gli sfortunati neonati che nascono con simili problemi, però, oggi si apre una nuova speranza: un gruppo di ricercatori del Reparto Genoma Umano dell’Istituto di Tecnologie Biomediche del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Itb-Cnr) di Milano ha curato, nel topo, una grave malattia genetica utilizzando cellule staminali ematopoietiche (cioè prodotte dal sangue), che sono state somministrate durante la gravidanza.

«Intervenire durante la gravidanza, quando l’osso inizia a formarsi», ha spiegato Anna Villa, ricercatrice dell’Itb-Cnr, «potrebbe prevenire gli effetti dell'osteoporosi maligna. Somministrando, infatti, cellule staminali del sangue poco dopo la metà della gravidanza, è stato possibile ottenere animali la cui durata e qualità della vita era sostanzialmente indistinguibile da quella dei topi sani».

«In futuro la terapia con cellule staminali somministrate precocemente potrebbe essere di grande utilità clinica per tutte quelle malattie che sono già manifeste alla nascita», ha concluso il Nobel Renato Dulbecco.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Cnr

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti