Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Infasil per te, il progetto educazionale dei Ginecologi italiani

di
Pubblicato il: 06-10-2005
Sanihelp.it - Si chiama Infasil per te – il mese della protezione ed è un iniziativa, organizzata dall’ Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani (AOGOI) e Infasil, dedicata all’igiene intima di oltre 20 milioni di donne che hanno bisogno di essere protette nella loro intimità in ogni situazione, a scuola, in palestra, in viaggio, con il partner.

Si tratta di un nuovo programma educazionale che offre alle donne un check up intimo gratuito. L’iniziativa si svilupperà, su tutto il territorio nazionale, attraverso 5000 punti vendita della grande distribuzione. AOGOI e Infasil Intimo regaleranno un kit per il controllo della salute intima e la possibilità di accedere a una visita ginecologica gratuita, con l’acquisto di un prodotto.

Il kit conterrà:
il test per l’autovalutazione del pH vaginale: un test semplice che attraverso una scala colori permette di visualizzare il proprio pH vaginale che può essere indice di buona salute.

il questionario per valutare la presenza di sintomi di uno stato non ottimale della salute intima: 12 domande per sapere, attraverso un punteggio se l’alterazione del proprio equilibrio intimo non è significativa, se è consigliabile viceversa un approfondimento con un ginecologo o, ancora, se è consigliabile una visita con il ginecologo di fiducia o con un ginecologo AOGOI.

Qualora fosse necessaria una visita, tramite il Numero Verde 800950050 le donne, che lo desiderano, potranno accedere a un controllo gratuito con uno dei 300 ginecologi AOGOI pronti a effettuare visite gratuite di controllo. Il numero sarà attivo dal lunedì al sabato dalle ore 09.00 alle ore 19.00, fino al 15 gennaio 2006.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti