Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Ossido di azoto: la molecola della longevità

di
Pubblicato il: 14-10-2005
Sanihelp.it - L’ossido di azoto potrebbe essere la chiave per mettersi al riparo dalle tante malattie che insorgono non appena si entra nella terza età. Ad affermarlo uno studio italiano pubblicato sulla rivista Science.

Secondo gli esperti l’ossido di azoto e' un mediatore chimico dei noti effetti 'allunga-vita' della dieta a basso contenuto calorico, la cosiddetta restrizione calorica. Inoltre la molecola accende il gene che produce una sostanza chiamata 'sirtuina 1, una proteina ben nota nell'allungamento della vita.

La chiave sta tutta nella restrizione calorica che secondo gli scienziati è strettamente collegata all'allungamento della vita rispetto al tempo medio di sopravvivenza di ciascuna specie. Questo complesso meccanismo e' costitutito da una miriade di reazioni biochimiche attivate da numerosi geni e mediatori molecolari che vengono attivati appunto dalla restrizione calorica. Secondo gli esperimenti dei ricercatori italiani uno di questi mediatori e' proprio l'ossido d'azoto


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
AGE

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti