Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Virus polli, i consigli alimentari dell'Unione Europea

di
Pubblicato il: 27-10-2005
Sanihelp.it - Nel corso del Comitato della catena alimentare e sanità dell’UE sono state esaminate le misure a difesa dei consumatori. Le conclusioni presentate dalla Commissione ed approvate da tutti gli Stati membri, riportano un passaggio in cui si dice che «Non è stato dimostrato che le uova e le carni di pollame correttamente cotte possano essere fonte di infezione». Questa frase rientra nel contesto più generale dell’esame delle problematiche attinenti la situazione sanitaria nei Paesi in cui la malattia è presente.

L’Agenzia europea per la Sicurezza alimentare (EFSA - European Food Safety Authority) raccomanda la cottura di carni e uova come misura generale di prevenzione contro i pericoli microbiologici quali salmonelle e Campylobacter e il rispetto delle buone norme igieniche nella manipolazione e preparazione degli alimenti.

L’EFSA ribadisce che «se presente, il virus viene inattivato dalla cottura».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ministero Salute

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti