Le parole pi¨ cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Fertilità maschile, la qualità peggiora con l'età

di
Pubblicato il: 07-11-2005
Sanihelp.it - Quando si parla di età fertile solitamente ci si riferisce alla sfera femminile, e in particolare al fatto che con il passare degli anni la fertilità della donna diminuisce. Per l’uomo invece il problema non si è quasi mai posto.

Se ne è occupato invece il gruppo di riceratori coordinati dall’epidemiologo Jorn olsen dell’università della California che ha condotto una ricerca su 70.000 coppie danesi con l’obiettivo di analizzare la qualità della fertilità maschile in relazione all’avanzare dell’età.

Il primo dato che è saltato all’occhio dei ricercatori è la regressione qualitativa dello sperma maschile dopo sorpassati i 50 anni.

I padri ultracinquantenni hanno un rischio superiore di ben quattro volte di generare dei figli affetti da sindrome di Down e con malformazione degli arti rispetto a padri più giovani.

Nei casi esaminati si è notato che a partire dai 35 anni aumentano la percentuali di rottura di filamenti del DNA degli spermatozoi, questo processo diminuisce le capacità di fecondazione degli ovuli.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti