Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

AIDS: tu come lo vedi?

di
Pubblicato il: 30-11-2005

Primo dicembre: giornata mondiale dell'AIDS. Parte il concorso fotografico One Vision 2006, che punta l'obbiettivo su HIV e AIDS per avvicinare la gente al problema.

Sanihelp.it - Fotografi di tutta Europa, professionisti e non, sono chiamati a partecipare alla terza edizione del concorso One Vision 2006, per combattere con le loro immagini i pregiudizi sulla malattia del secolo: l’AIDS.

Puntare l’obiettivo della macchina fotografica su HIV e AIDS: è la proposta dell’azienda farmaceutica Bristol-Myers Squibb per combattere il pregiudizio e la discriminazione che colpiscono le persone affette da questa patologia, cambiandone l’immagine per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa gravissima problematica socio-sanitaria.

La ricerca e lo sviluppo di farmaci innovativi per il trattamento di questa malattia sta andando avanti, ma la scienza non può fare molto sul versante umanitario di comprensione e sensibilizzazione, anzi, le nuove opportunità aperte dalla ricerca rischiano di essere vanificate dalla paura e dalla discriminazione. Per questo un’iniziativa come One Vision contribuisce a combattere il pregiudizio ancora diffuso intorno all’AIDS.

«Circola nell’opinione comune l’idea sbagliata che con la diffusione di nuove terapie tutti i problemi siano risolti», afferma Christian Saout, presidente dell’associazione francese AIDES, uno dei partner di One Vision. «Questa idea contribuisce a stendere una spessa coltre di silenzio intorno al problema, rendendo ancora più arduo a chi ne è colpito parlare della sua condizione. L’obiettivo di One Vision è quello di modificare il modo in cui l’HIV e l’AIDS viene percepito, rompendo il silenzio che avvolge le persone affette dal virus».

Le foto vincitrici verranno esposte in una mostra itinerante promossa nell’ambito di un ampio programma volto a sensibilizzare i cittadini su come le persone colpite da HIV e AIDS siano in grado di affrontare la vita con coraggio.
Per le prime due edizioni del concorso è stato raccolto un numero considerevole di immagini di qualità, raffiguranti la vita quotidiana di chi ogni giorno è costretto a convivere con questa malattia. Per l’edizione del 2004, hanno presentato le loro opere 500 fotografi professionisti e non, di 16 paesi diversi; nel 2005 le immagini pervenute sono state 700, da 18 paesi.

Anche quest’anno, quindi, la giuria e il suo presidente, il fotografo Robert Taylor, si apprestano a valutare le foto, che «dovranno rappresentare quanto sia importante che le persone con HIV o quelle comunque coinvolte dalla malattia, possano vivere pienamente la loro vita e non lasciarsi abbattere», afferma Taylor.

Verranno assegnati 4 premi europei (del valore di 5.000 € per il primo classificato e di € 2.000 per il secondo) e 16 premi nazionali del valore di € 1.000. Il concorso prevede inoltre uno speciale premio europeo del valore di 3.000 € assegnato da un rappresentante di UNAIDS.

I candidati devono riempire l’apposito modulo di partecipazione che troveranno a partire da oggi sul sito www.onevision2006.org. Le fotografie potranno essere inviate per posta o via e-mail. Termine ultimo per la presentazione delle opere: 15 marzo 2006.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti