Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Osteoporosi. la cura giusta prevede bisfosfonati e calcio

di
Pubblicato il: 01-12-2005
Sanihelp.it - L’invecchiamento della popolazione comporta una crescente diffusione dell’osteoporosi e delle sue conseguenze cliniche (le fratture). Si calcola che ogni anno in Italia si verifichino circa 250.000 fratture vertebrali e 80.000 fratture osteoporotiche femorali, ma tale numero è destinato ad un drammatico aumento nei prossimi decenni.

Durante il congresso della società italiana di reumatologia si è discusso di terapie efficaci per combattere la malattia. Sono arrivate conferme sull’uso di bisfosfonati. In particolare il più recente, risedronato, mostra uno dei migliori profili di efficacia, sia nella prevenzione delle fratture vertebrali che di quelle femorali, e di tollerabilità. «Questo è ampiamente dimostrato dagli studi clinici, che comprendono ormai molte migliaia di pazienti, e da ampi studi osservazionali basati sulla pratica clinica, ha precisato il Dott. Maurizio Rossini docente di Reumatologia all’Università di Verona».

Ma la novità sta nell’affermazione che una supplementazione di calcio è fondamentale. Un importante studio epidemiologico realizzato nella popolazione italiana (studio ESOPO) che ha coinvolto quasi 12.000 soggetti, ha dimostrato che l’assunzione di calcio con la dieta (seppure in un paese in cui cibi tipici come latte, parmigiano e mozzarella dovrebbero favorire un introito adeguato) è insufficiente negli anziani: infatti, varia mediamente tra i 300 ed i 450 mg al giorno, ben al di sotto della soglia necessaria, che nella donna in post-menopausa è di circa 1500 mg /die. Un altro autorevole studio conferma che una larga parte della popolazione italiana (tra il 76% e l’89%) a rischio di osteoporosi non riesce a raggiungere un adeguato apporto di calcio con la normale dieta.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti