Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Speciale Prima Colazione

Stressato? Non saltare la colazione

di
Pubblicato il: 20-12-2005
Sanihelp.it - Stress e malumore ti perseguitano? Fai fatica a concentrarti e ti senti spesso affaticato? Forse il tuo problema sta nell’alimentazione, e più precisamente nelle tue abitudini per quanto riguarda la prima colazione.

Sono moltissimi quelli che al mattino, pur di rimanere sotto le lenzuola un quarto d’ora in più, rubano minuti preziosi all’importante rito del pasto mattutino e corrono in ufficio con solo un caffè nello stomaco o addirittura a digiuno. Sbagliatissimo, affermano i nutrizionisti. E non solo per i motivi ormai noti ai più.

La colazione, essendo il primo pasto della giornata nonché il più importante a livello nutrizionale, serve a corroborare l’organismo fornendogli l’energia necessaria per affrontare la giornata.
Inoltre, secondo i principi della cronodieta, le calorie assunte nella prima parte del dì sono quelle smaltite più rapidamente, quindi la colazione non deve mai mancare neppure nei regimi ipocalorici o dimagranti (anzi viene caldamente raccomandata quando si vuole perdere peso).

Ma non è tutto: secondo recenti studi la prima colazione ha effetti benefici:

sul cervello: aumenta la concentrazione, facilita l’apprendimento, migliora le performance scolastico-lavorative
sulla salute: concorre al mantenimento del peso forma e al maggior equilibrio nell’assunzione degli alimenti nel corso della giornata
sull’umore: che chi fa colazione è meno stressato di chi non la consuma. Inoltre per i bambini in età scolare la colazione consumata in famiglia influisce sul loro benessere emotivo e sociale.

Fare la colazione significa assumersi il giusto apporto giornaliero di nutrienti: per questo deve essere completa e bilanciata e deve assicurare circa il 20-25% del fabbisogno quotidiano di energia e di nutrienti (15-20% nel bambino). Facciamo un esempio: una tazza di latte parzialmente scremato, una porzione di 30 g di cereali e frutta di stagione: ecco il mix perfetto per una giornata leggera e in energia.

Naturalmente nella scelta giocano i gusti personali, ma secondo una recente ricerca riportata dal Journal of the American Dietetic Association l’accoppiata migliore è latte + cereali.

In particolare, i cereali pronti hanno una serie di caratteristiche vincenti:

pochissimi grassi e zero colesterolo
carboidrati facilmente digeribili ed energetici per muscoli e cervello
fibre (cioè buona digestione, senso di sazietà e regolarità intestinale)
vitamine del gruppo B, ferro e altri sali minerali
calcio, fondamentale per ossa e denti.

In sintesi: a un maggior consumo di cereali corrispondono indici di massa corporea più bassi, un minore assorbimento di grassi e un alto assorbimento dei micronutrienti essenziali.

Tutte cose evidentemente note agli italiani visto che, secondo una ricerca svolta da Eurisko per Kellogg’s, ben il 52% degli intervistati consuma fibre attraverso i cereali, utilizzati soprattutto da un target più giovane e istruito.

E poi dicono che i giovani mangiano male…


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti