Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Medici più umani? I pazienti rispondono meglio alle cure

di
Pubblicato il: 01-02-2006
Sanihelp.it - Un messaggio d'allarme emergerà domani, 2 febbraio 2006, dai lavori del convegno organizzato dalla FADE (Fondazione Epatologia) a Milano e intitolato: In ascolto dei bisogni del paziente.
L'allarme riguarda l'epatite C: oggi il trattamento antivirale è alla base della cura, ma il problema riguarda la scarsa aderenza dei pazienti alla terapia, e quindi la possibilità che la malattia riprenda con il tempo il sopravvento.

I dati raccolti dalla FADE sono preoccupanti: in alcuni ambiti i pazienti che sospendono la terapia per mancata compliance arrivano al 40-50%. Il medico può far molto per evitare che ciò avvenga, soprattutto in termini di rapporto umano con il malato. La terapia antivirale risulta infatti più efficace se affiancata da un attento esame, da parte del curante, di tutti gli aspetti (psicologici, emotivi, sociali ecc.) della vita del paziente, nonché dall’attenzione che il medico deve porre alle incertezze e alle difficoltà incontrate dall’ammalato nell’affrontare la malattia e la terapia.

L’importanza della relazione medico-paziente è l’argomento principale del convegno di domani e rappresenta il primo passo svolto in questo senso in Italia.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti