Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

SSN: l'Italia va bene, ma c'è troppo divario tra regioni

di
Pubblicato il: 20-02-2006
Sanihelp.it - Positiva ma un pò troppo frammentata. È questa, in estrema sintesi, la fotografia della situazione sanitaria italiana secondo il Rapporto Osservasalute 2005, presentato al policlinico Gemelli di Roma, che ha analizzato da un lato la salute e ai bisogni della popolazione, dall’altro i sistemi sanitari regionali nonché la qualità dei servizi.

Il check up nazionale del Rapporto Osservasalute, giunto alla terza edizione, mostra un positivo dimezzamento, rispetto agli anni novanta, delle morti nel primo anno di vita (nel 2002 4,1 decessi ogni 1000 nati vivi contro 8 decessi nel triennio 1990-92).
Purtroppo, però, la mortalità infantile è anche uno degli aspetti che lascia trasparire il divario tra regioni: basti pensare che, sempre nel 2002, ci sono state regioni come la Toscana dove la riduzione dei decessi è stata fortissima (2,0 per mille nati), tra le più basse al mondo, ed altre come la Basilicata dove queste morti sono ancora 6,9 per mille nati.

Il divario tra le Regioni, non sempre a vantaggio del Nord, è legato anche a problemi nella qualità dell’assistenza e differenti tassi di mortalità per varie malattie.

I due grandi killer nazionali restano le malattie cardiovascolari e i tumori. Su questo fronte, l’efficienza della prevenzione mostra aree di eccellenza isolate ma un quadro complessivo carente: attualmente solo la metà delle donne italiane è inserita in un programma di screening mammografico organizzato.

Infine, sempre secondo Osservasalute 2005, l’Italia si conferma tra i paesi più vecchi del mondo: un quinto dei residenti ha ormai superato il sessantacinquesimo compleanno e poco meno di un decimo il settantacinquesimo.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
OsservaSalute 2005

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti