Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Fumo passivo: 516 morti improvvise all'anno tra i neonati

di
Pubblicato il: 27-02-2006
Sanihelp.it - Attenzione al fumo passivo se c'è un bebè in casa. Si stima infatti che le mamme che fumano in presenza del proprio piccolo nei primi due anni di vita causino ogni anno 516 casi di sindrome di morte improvvisa (Sids) e più di 360.000 infezioni acute delle basse vie respiratorie.

Questi i numeri sono stati riportati dall'Ausl di Imola, che sta organizzando la campagna «Bambini liberi dal fumo», per mettere in atto misure preventive mirate a proteggere i minori dai danni del fumo passivo.

organizza la campagna Bambini liberi dal fumo a partire dai primi di marzo. Liniziativa, che partirà nei primi giorni di marzo, avrà come scopo quello di raccomandare ai genitori di non fumare in casa, in auto e in ambienti chiusi in presenza dei più piccoli.
La campagna informativa sarà rivolta a tutte le famiglie con bambini nei primi anni di vita, che riceveranno la visita di un operatore sanitario: il suo compito sarà di fare una breve chiacchierata con le mamme e i papà per fornire tutte le informazioni necessarie.
Inoltre, inserirà nel libretto di salute pediatrico, che da due anni accompagna fin dalla nascita ogni bambino assistito dallAusl di Imola, un segnalibro dal titolo Bambini liberi dal fumo, con alcuni consigli e raccomandazioni. Infine, sulla copertina del libretto verrà applicato un bollino con il simbolo del divieto al fumo, per mantenere visibile il ricordo del messaggio dato ai genitori e far individuare agli stessi operatori dellambulatorio vaccinale gli utenti già sensibilizzati al problema.

I messaggi sono contenuti anche in locandine che saranno esposte in ambulatori e sale dattesa di pediatri e medici di famiglia, negli asili nido e nelle scuole dellinfanzia presenti nel territorio dellazienda sanitaria emiliana.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
AdnKronos Salute

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti