Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Marta Cecchetto: bella da Festival

di
Pubblicato il: 02-04-2006

È una delle quattro modelle che hanno affiancato Panariello al Festival di Sanremo. Marta Cecchetto è alta, magra, bella e a suo dire anche fortunata.... leggete perché.

Sanihelp.it - Quali sono i segreti di una bellezza da top model? Lo abbiamo chiesto a Marta Cecchetto, fotomodella e indossatrice di origini umbre, diventata celebre per la sua parte da protagonista nel famoso spot Aperol in cui sgambetta ammiccante sul tavolo di un bar, sotto gli occhi estasiati di alcuni maschietti che sorseggiano il noto liquore. Un mese fa abbiamo potuto ammirare Marta sul palco del Festival di Sanremo, nelle vesti di madrina dei cantanti e valletta di Giorgio Panariello.

Fisico filiforme e statuario, senza un filo di ciccia. Hai fatto un patto col diavolo?
«Assolutamente no. Anzi, a tavola non seguo nessuna restrizione particolare, come ogni italiana che si rispetti sono una buona forchetta e adoro la cucina mediterranea. Amo particolarmente il sushi, le verdure e la cucina giapponese in generale. Semmai il mio problema è inverso: il mio metabolismo funziona talmente bene che, se non mangio, deperisco subito…»

Bella, e anche fortunata… Così, a noi comune mortali che lottiamo con la bilancia, fai ancora più invidia…
«Un attimo: mi piace mangiare ma non mi abbuffo, altrimenti non potrei fare questo mestiere, che tra l’altro ho cominciato a soli 14 anni, quindi la mia alimentazione è sempre stata la stessa».

E come la mettiamo con lo sport?
«Punto dolente: sono un po’ pigra… Fino a qualche anno fa seguivo corsi di danza classica e jazz, ma ultimamente gli impegni lavorativi mi hanno impedito di continuare. Ciononostante, quando riesco, vado ancora a cavallo e pratico un po’ di tennis. Mi piace fare lunghe passeggiate. Un’attività fisica molto easy insomma, senza regole fisse».

Cosa c’è nel tuo beauty case?
«Una crema idratante iridescente, per dare luminosità al viso, un gloss che non sia solo lucido ma anche nutriente e un blush per le guance. Adotto un make up semplice e leggero, l’unica nota forte che mi concedo per le mie uscite serali è un velo di rossetto rosso: lo adoro».

Un consiglio per le aspiranti modelle?
«Per esercitare questa professione ci vuole molta disciplina. A mio avviso le scuole che vengono spesso proposte non servono a granché, bisogna piuttosto guardarsi allo specchio e chiedersi se si ha qualcosa di particolare da comunicare. Poi, se non si ha la fortuna di essere cercati (come è capitato a me), ci si propone in prima persona, con costanza e determinazione».

A proposito di disciplina: due regole basilari per essere sempre al top.
«Quanto a regole e disciplina con me caschi proprio male… Sono un po’ pasticciona e, in quanto a cure di bellezza, mi capita anche di improvvisare (se finisce lo shampoo mi lavo i capelli con il bagnoschiuma!). Due regole fondamentali per essere sempre in ordine? Applicare tutti i giorni un buon idratante sul viso e lavare i capelli un giorno sì e uno no».

Il mondo della moda e l’anoressia: un luogo comune o una verità?
«È sotto gli occhi di tutti: le passerelle propongono modelli di magrezza assoluta. Ma secondo me è sbagliata la percezione che si ha del corpo della modella, che è un corpo che deve avere requisiti specifici. La modella non è la donna perfetta, non può avere le curve e le forme di una donna reale, per così dire, perché ha un ruolo particolare, quindi non può e non deve essere presa a modello dalle ragazze. Prendi Monica Bellucci, per esempio: per gli italiani è la donna perfetta, ma ha un fisico morbido e burroso, ben diverso da quello delle mannequin».

Sei sempre in giro per il mondo: come affronti questo stile di vita stressante?
«In realtà si tratta di solo di alcuni periodi. Quando mi rendo conto che il mio fisico sta oltrepassando il limite, mi fermo e mi metto out (cioè non mi rendo disponibile per altri lavori). Ognuno deve conoscere i propri limiti e rispettarli».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti