Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Al Bambin Gesù «tutti per uno» contro gli handicap

di
Pubblicato il: 03-04-2006
Sanihelp.it - Nel nostro Paese, secondo l'Istat, i disabili rappresentano il 13% della popolazione. Di questi, più di 160.000 sono bambini e ragazzi.

Persone che, oggi, si trovano di fronte a una dispersione di offerte di cura specialistiche che li espone a seri rischi per la salute, oltre che a lunghe attese e a costi sociali elevati.
E la situazione appare ancora più preoccupante se si considerano le resistenze e i pregiudizi dei familiari nell'accettare di avere un parente o peggio, un figlio, disabile.

Per far fronte a queste problematiche, l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma ha attivato il primo centro italiano multidisciplinare per i bambini e i ragazzi con disabilità, per offrire un'opportunità di cura "globale" alle famiglie dei piccoli pazienti con problemi sia fisici che psicologici. In un'unica seduta, il centro offre la valutazione complessiva delle esigenze del bambino o del ragazzo, pianificando con la metodica organizzativa del case management tutte le attività assistenziali, chirurgiche e terapeutiche necessarie.

Il medico dell'equipe multidisciplinare che prende in carico il singolo paziente ne diventa di fatto il tutor clinico, che ne seguirà l'andamento dei progressi sul piano della salute anche dopo la dimissione, garantendo la possibilità di interagire con una realtà assistenziale in grado di rispondere a tutte le esigenze cliniche del piccolo paziente.

Ecco le specialità individuate per comporre l'equipe multidisciplinare: neuroriabilitazione, anestesia, dermatologia, odontostomatologia, oculistica, otorinolaringoiatria, ortopedia, chirurgia pediatrica.

Per prenotazioni, è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle 12,00 il numero di telefono 06/68593417 - 06/68593361.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti