Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Con i generici si può dimezzare la spesa nazionale

di
Pubblicato il: 12-04-2006
Sanihelp.it - In occasione dell’annuale conferenza dell’European Generic Medicines Association è stato presentato uno studio del professor Steven Simoens, dell'Università Katholieke di Leuven, secondo il quale risulta che l'incremento di utilizzo dei farmaci generici rispetto ai farmaci griffati per solo 10 principi attivi, consentirebbe di ridurre in Italia la spesa farmaceutica pubblica fino al 48%.

L’esperto ha anche fornito sette raccomandazione per far sì che il mercato di questi farmaci possa crescere: dalla maggiore libertà nello stabilire i prezzi dei farmaci generici a fornire incentivi ai pazienti affinché richiedano i farmaci generici.

Secondo Rossella Miracapillo, responsabile dell'Osservatorio Farmaci e Salute del Movimento Consumatori, in Italia esiste un ulteriore ostacolo alla diffusione dei generici: il certificato complementare di protezione che prolunga in maniera anomala il brevetto di molti farmaci.

«Il generico (o farmaco equivalente) è un patrimonio dei cittadini», spiega la Miracapillo «e incentivarne la vendita significa per la collettività, avere nuove risorse che il Sistema Sanitario Nazionale può riversare sui farmaci di ultima generazione, veramente innovativi. I generici rappresentano un cospicuo risparmio per i consumatori».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
movimento consumatori

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti