Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Purificati con il watsu

di
Pubblicato il: 03-05-2006

Un massaggio, ma anche una meditazione, in un percorso acquatico che aiuta a superare i disagi psicologici e a sbloccare le tensione, fino alla riconquista di sé.

Sanihelp.it - Staccare la spina da lavoro e stress per poi ripartire alla grande, rilassati e ricaricati di energia e buonumore. Un sogno? No, un obiettivo realizzabile con il watsu, ultima evoluzione di una disciplina antichissima: lo shiatsu.

Il massaggio watsu è, come lo shiatsu, un bodywork (lavoro corporeo), ma ha la particolarità di svolgersi in acqua (letteralmente water shiatsu), dove il principio dominante è quello dell’assoluta fiducia nell’altro: il paziente deve affidarsi completamente all’istruttore, abbandonandosi e lasciandosi cullare dall’acqua.

Secondo la medicina cinese, il benessere dell’individuo è legato allo scorrere dell’energia vitale (Ki) lungo i meridiani del corpo, lungo i quali si trovano poi i punti (tsubo) sui quali agisce l’ agopuntura. Se lo shiatsu consiste nello stiramento dei canali meridiani e nella digitopressione sui punti, il watsu aggiunge a tutto questo l’innovazione del dondolio dell’acqua, che contribuisce a ristabilire la circolazione rimovendo i blocchi e ristabilendo equilibrio e benessere. L’ondeggiare della spina dorsale, libera da blocchi e compressioni, allenta la tensione e fa entrare in uno stato di armonia in cui si abbandonano ansie,stress e dolori, distendendo i muscoli e riposando in un modo completamente nuovo.

Per questo la pratica trova applicazione frequente nella preparazione al parto e nell’approccio a problematiche sessuali e di coppia. Il watsu aiuta ad affrontare situazione di disagio e conflitto, coadiuva nella relazione con i disabili, affianca molti trattamenti fisioterapici nonché terapie psicologiche per il superamento di abusi sessuali o di dipendenze da sostanze stupefacenti.

Particolare importanza assume il battito cardiaco, che detta il ritmo del movimento e della danza acquatica (mentre nello shiatsu il centro del movimento è la zona del ventre). Al ritmo del cuore si associa quello della respirazione, che scandisce a sua volta il movimento acquatico, in un alternarsi tra lente discese nell’acqua in corrispondenza dell’espirazione e sollevamenti nell’inspirazione.

Le sensazioni sperimentate attraverso il watsu sono quindi di relax e distensione psicofisica, ma allo stesso tempo energia e vigore. Un’energia che si traduce in effettivi benefici psicofisici: riduzione della tensione muscolare, aumento dell’escursione articolare, miglioramento della postura, effetti positivi sulla respirazione, riduzione dello stress e degli stati d’ansia.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
water shiatsu

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti