Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Rottura dei legamenti: nuova cura con le staminali

di
Pubblicato il: 16-05-2006
Sanihelp.it - Buone notizie per tutti gli sportivi che, ogni anno, vanno sotto i ferri nelle cliniche ortopediche a causa della rotura o della lacerazione di un legamento articolare.

I ricercatori della Hebrew University di Gerusalemme hanno fatto una scoperta che offrirà soluzioni terapeutiche innovative. L'equipe di Dan Gazit ha pubblicato sul Journal of Clinical Investigation i risultati di uno studio che dimostra la capacità delle cellule staminali adulte di ricostruire il tessuto di tendini e legamenti danneggiati. I ricercatori israeliani hanno modificato le cellule mesenchimali prelevate dal midollo osseo con i geni che codificano due proteine, la Smad8 e la Bmp2. Le cellule, inserite nel tendine di achille di ratti, si sono trasformate in tenociti (cellule tipiche del tendine) inseriti perfettamente nel tessuto. Il tendine è così stato riparato grazie a un aumento della produzione di collagene, una proteina che rende i legamenti flessibili e resistenti.

Fino a oggi, infatti, le tecniche terapeutiche utilizzate per riparare i legamenti si basano sull'innesto di tessuti e su protesi sintetiche, che però hanno una limitata efficacia nel lungo termine.

Gli scienziati hanno notato che le proteine Smad e Bmp interessano anche altri tessuti, come i nervi e il fegato. In futuro, quindi, le applicazioni di questa tecnica di riparazione del tessuto connettivo potrebbero estendersi fino alla cura di disturbi degenerativi diversi.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Assobiotec

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti