Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Come dipingere casa per vivere meglio

di
Pubblicato il: 09-05-2006

A casa scegli i colori che ti fanno stare bene: rosso per ricaricarti, blu per rilassarti, né uno né l'altro se sei a dieta.Guida alla tinteggiatura psicologica di casa.

Sanihelp.it - I colori della nostra casa influiscono parecchio sul nostro benessere psicofisico. Per questo, al momento di tinteggiare casa, i criteri di scelta dei colori devono tener conto non solo della struttura del luogo e della luce, ma anche e soprattutto delle caratteristiche delle persone che ci abitano, delle loro necessità e della fase che stanno attraversando. Ecco alcuni utili consigli per fare scelte consapevoli.

  • Relax o energia? Se senti il bisogno di creare un’atmosfera di relax o di riequilibrare i tuoi ritmi vitali, punta sulla gamma blu-azzurro-verde, da attribuire alla parte della tua abitazione in cui passi più tempo. Se invece ti senti un po’ giù di tono e vuoi ritrovare il giusto sprint, giallo, arancio e rosso fanno per te: sceglili per il bagno, che è il luogo dove entri di prima mattina. Per il resto non è necessario imbiancare completamente casa: è sufficiente aumentare la presenza di rosso con qualche accessorio, tipo mazzi di fiori e cuscini.

  • Insonnia? Non sempre è colpa dell’agitazione. Può essere anche un effetto di un periodo triste e deprimente: in questo caso evita di usare i toni del blu. Chi è costretto a letto o all’inattività prolungata deve preferire l’arancio.

  • Per chi studia, per digerire meglio e… per gli sbadati. Scegli i gialli, legati alla luce solare e allo stato di veglia e di attenzione, che hanno un effetto stimolante sul sistema nervoso e sull’attività digestiva: sono l’ideale per chi svolge un’attività intellettuale o per chi ha sempre la testa tra le nuvole…

  • Adolescenti in casa: viva giallo e verde! Il primo accompagna lo sviluppo della personalità e rafforza l’attenzione, il secondo bilancia le fluttuazioni d’umore e le variazioni ormonali caratteristiche di quest’età.

  • Verde durante le mestruazioni e per i problemi di coppia. Il verde è sempre il colore d’elezione quando c’è da riportare ordine ed equilibrio: questo vale tanto nella sfera delle emozioni e delle relazioni affettive quanto in quella dei cicli fisiologici determinati dagli ormoni, come il mestruo.

  • Per ingrassare o dimagrire. Chi ha sofferto d’anoressia deve rifiutare i colori forti come il rosso e il viola e preferire tinte più neutre ed equilibranti, come il verde, o quelle solari del giallo. In caso di sovrappeso invece dominano sia le qualità terrestri incarnate dai toni caldi, sia le associazioni protettive e dolcificanti richiamate dal blu, quindi la colorazione degli ambienti deve ruotare su verde, giallo e lilla.

  • Per la cameretta del più piccolo. Per la culla e l’ambiente del neonato scegli toni delicati, per non bombardare la sua vista con stimoli cromatici troppo intensi, ma non lasciare tutto bianco: un minimo di variazione di colore è necessario per fornirgli elementi su cui cominciare a esercitare la discriminazione cromatica: ok ai colori pastello rosa, azzurro, giallino e verdino.

  • E se non si riesce a mettersi d’accordo? Sei un po’ depressa e vorresti tirarti su con un bel rosso fuoco, mentre tuo marito è fin troppo carico e avrebbe bisogno di colori rilassanti? Provate con il gioco dei complementari: i colori complementari stanno bene insieme e creano un ambiente vivace e ben bilanciato. La stessa tecnica viene usata per decorare la cameretta di due figli con caratteri opposti.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Il colore in casa, di Paola Santagostino, Editore Apogeo.

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti