Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Idroterapia a casa: istruzioni per l'uso

di
Pubblicato il: 31-05-2006

Per risvegliare il viso, per tonificare il seno, per rigenerare i piedi gonfi e stanchi, per rilassarsi e favorire il riposo... Scopri tutte le virtù dell'idroterapia.

Sanihelp.it - Incuriosita dall’ idroterapia? Per fare un’esperienza di terapia in acqua puoi recarti in uno dei stabilimenti termali più rinomati e attrezzati del nostro Paese, come Abano Terme e Montegrotto, nelle splendide beauty farm del Trentino (località di Merano e Bolzano), in Maremma nelle famose Terme di Saturnia oppure nei tantissimi hotel termali dell’isola di Ischia.

Per usufruire invece delle virtù delle applicazioni di Kneipp comodamente da casa tua, devi osservare alcune regole fondamentali:

prima di iniziare le applicazioni, avvisa il medico

evita di farle prima o dopo i pasti, l’attività fisica, il consumo di alcol, nicotina o caffè

in caso di gravi disturbi circolatori delle arterie e infiammazioni delle vene consulta prima il medico

usa solo acqua ben calda o ben fredda (l’acqua tiepida non ha alcun effetto)

esegui il trattamento in un ambiente caldo

dopo la doccia togli l’acqua con le mani anziché asciugarti

infine indossa indumenti e calze riscaldati precedentemente.



Ecco alcune esempi di applicazioni di Kneipp:

La doccia del viso: stimola la circolazione, migliora lo stato della pelle fragile e spenta, agisce contro l’affaticamento degli occhi, il mal di testa, il mal di denti e le nevralgie del viso.
Metti un asciugamano attorno al collo, piegati sul lavabo e regola il docciatore con un getto debole, inizia dalla tempia destra, poi sposta il getto sul mento e sulla tempia sinistra, ripeti più volte la docciatura perpendicolarmente alla fronte, infine passa il getto circolarmente sul viso.

Il pediluvio alternato: ha un effetto rilassante, stimola la resistenza dell’organismo ed è efficace contro i piedi cronicamente freddi.
Riempi un secchio d’acqua fredda e uno di acqua calda (differenza di 20°). Immergi i piedi nell’acqua calda (fino al ginocchio) per 5 minuti, poi per 10-20 minuti in quella fredda. Ripeti per tre volte.

Il bagno ipertermico: calma e previene i raffreddori.
Fai scorrere acqua tiepida (35°) nella vasca e immergiti per qualche minuto. Aggiungi acqua calda fino a raggiungere i 39-41°. Quando avverti molto caldo, alzati lentamente in piedi e sciacquati per qualche istante con il getto dell’acqua fredda. Dopo è assolutamente necessario risposarsi al caldo, ben coperti.

I trattamenti per il seno: stimolano la circolazione, rassodano le ghiandole mammarie, massaggiano i tessuti e tonificano i muscoli pettorali.
Durante la doccia quotidiana alterna getti d’acqua calda (37°) e fredda (22-23°), indirizzando il getto intorno ai seni, descrivendo più volte una sorta di 8; infine dirigi un getto potente freddo (26-28°) sotto la pianta dei piedi e risali lentamente dalle gambe verso il cuore. In alternativa, applica per un paio di minuti sul seno del ghiaccio tritato avvolto in un canovaccio di cotone o lino, oppure ricorri a spugnature di acqua fredda arricchita con oli essenziali di menta, lavanda o arancio amaro.

Naturalmente queste sono solo alcune possibilità: la doccia alternata si può applicare anche a braccia, ginocchia, gambe, per riattivare la circolazione e dare benefici agli arti, soprattutto quelli inferiori sottoposti a continue fatiche e alla pesantezza della forza di gravità.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Il manuale della bellezza naturale, Margot Helmiss, Red Edizioni

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti