Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Dimagrire senza diete

di
Pubblicato il: 09-06-2006

Più si seguono le diete e più si ingrassa. È il messaggio rivoluzionario di un dietologo francese, che insegna a dimagrire senza diete seguendo la saggezza del corpo

Sanihelp.it - Oggi la maggior parte delle persone vive nella convinzione che per avere una buona forma fisica sia necessario mantenere un costante controllo sull’alimentazione, seguendo rigidi codici dietetici che allungano di giorno in giorno la lista dei cibi vietati.

Il risultato è una perenne lotta contro la bilancia e contro i propri stimoli, fatta di «devo» e «non devo» sempre più frustranti.
Accanto ai tanti messaggi che stimolano questa filosofia, però, c’è anche chi va in controtendenza. È il caso del nutrizionista francese Jean-Philippe Fermati, che nel suo libro Dimagrire senza diete, edito da Tecniche nuove, afferma una diversa verità: più si seguono le diete più si ingrassa, perché le restrizioni cognitive inducono in realtà a mangiare di più.

Secondo il dietologo, l’unico modo efficace per dire addio al sovrappeso è quello di dare ascolto ai nostri bisogni e alle nostre voglie.
Mangiare secondo la propria fame, insomma, sarebbe la soluzione migliore per dimagrire, a patto di farlo nel modo giusto.

La prima regola è quella di mangiare con calma, senza fare altro e cercando di rilassarsi. Le sensazioni, poi, vanno ascoltate con attenzione. Ho davvero fame? Mi piace quello che sto mangiando? Sono sazio? Sono le domande da porsi ogni volta che ci si siede a tavola.

L’organismo, infatti, produce inequivocabili segnali indicatori della necessità di mangiare e della tipologia di alimento da scegliere: basterebbe imparare a seguirli, senza l’ansia indotta dalle false credenze, per autoregolarsi per sempre sul normopeso.

Certo, sbarazzarsi degli schemi mentali legati all’alimentazione non è facile: dopo anni passati a considerare grassi e dolci il nemico numero uno, sperimentare un approccio nuovo e più libero al cibo richiede un lavoro psicologico da non sottovalutare.

Per questo, buona parte del libro è incentrata sul percorso necessario per spezzare il circolo vizioso della dieta, con consigli pratici su come aggirare lo stress del peso, riconoscere le proprie paure alimentari e capire il significato delle trasgressioni.
Per riconciliarsi con il cibo e con se stessi... e ritrovare una volta per tutte il peso ideale.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti