Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Riscaldamento globale: torna il pericolo peste?

di
Pubblicato il: 29-08-2006
Sanihelp.it - Da una ricerca recentemente condotta da un'équipe internazionale è emerso che l'innalzamento della temperatura dovuto al riscaldamento globale provoca un aumento pari al 50 per cento delle popolazioni di batteri della peste.

Sembra incredibile ma non è proprio il caso di scherzarci su. I ricercatori hanno scoperto che minimi aumenti della temperatura provocano un'insorgenza di enormi proporzioni della patologia. «I cambiamenti climatici non possono scatenare nuovi focolai della morte nera, ma senza dubbio un aumento minimo della temperatura può determinare un numero di casi di peste bubbonica superiore a quello registrato ai giorni nostri».

La peste devastò l'Europa durante il Medioevo uccidendo un terzo della popolazione ed è comparsa con regolarità fino a quando i moderni sistemi igienico-sanitari non hanno praticamente debellato tale malattia. In alcune regioni dell'Europa orientale, in Estremo Oriente, in Asia, in America Latina e nell'ex Unione Sovietica le epidemie sono tuttora un fenomeno comune, a causa della diffusione del batterio della peste, lo Yersinia, i cui vettori sono le pulci dei roditori.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Cordis

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti