Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Dimagrire con il caffè

di
Pubblicato il: 20-11-2006

Aiuta a bruciare i grassi, accelera il metabolismo, spegne la fame e contiene pochissime calorie: il caffè è l'alleato ideale per rendere più efficace qualsiasi dieta...

1150">caffeina, una sostanza stimolante che contribuisce ad accelerare il metabolismo: secondo un recente studio, questo comporterebbe un incremento del 10% circa nella capacità dell’organismo di bruciare calorie. La caffeina, inoltre, ha la capacità di trascinare gli acidi grassi fuori dalle cellule, rendendo i grassi immediatamente disponibili come energia per l’attività fisica e facilitandone quindi l’eliminazione. Per questo, se si consuma a fine pasto una tazzina di caffé e poi ci si dedica per circa mezz’ora all’attività fisica, i grassi assunti con l’alimentazione vengono bruciati con più facilità. E il tutto senza apportare praticamente alcuna caloria! Il caffé, infatti, è stato classificato tra i no nutritive dietary components, cioè gli alimenti che non rivestono un valore significativo in termini di apporto in nutrienti ed energia. Sebbene non tutti lo sappiano, una tazzina di caffé, senza aggiunta di zucchero o di latte, non contiene più di tre calorie, che nell'economia generale dell'organismo rappresentano un valore del tutto trascurabile. Senza contare che il caffé ha una blanda azione anoressizzante, quindi aiuta a spegnere il senso di fame che può farsi sentire tra un pasto e l’altro, specialmente in chi ha appena cominciato una dieta ipocalorica. Questo non significa che, per dimagrire in fretta, sia necessario bere caffé dalla mattina alla sera: 3 o 4 tazzine al giorno sono la quantità ideale per sfruttare gli effetti positivi di questa bevanda, senza entrare nella spirale dell’assuefazione, che richiede quantità sempre più elevate per trarne dei benefici. E non dimentichiamo, infine, che il caffé può essere anche un buon veicolo per assumere nutrimenti preziosi come quelli contenuti nello zucchero e nel latte (ma senza esagerare!), che molti preferiscono in questa versione anziché consumato singolarmente. Del resto, come dire di no a un buon cappuccino caldo?"/> Sanihelp.it - Il caffé, che sia nero e fumante, macchiato o ristretto, è una delle passioni per eccellenza degli italiani. Molti, però, non sanno che il caffé, oltre a essere un compagno irrinunciabile di tante piacevoli pause, è anche un prezioso alleato della linea.

Merito innanzitutto della 3">1150">caffeina, una sostanza stimolante che contribuisce ad accelerare il metabolismo: secondo un recente studio, questo comporterebbe un incremento del 10% circa nella capacità dell’organismo di bruciare calorie.

La caffeina, inoltre, ha la capacità di trascinare gli acidi grassi fuori dalle cellule, rendendo i grassi immediatamente disponibili come energia per l’attività fisica e facilitandone quindi l’eliminazione.

Per questo, se si consuma a fine pasto una tazzina di caffé e poi ci si dedica per circa mezz’ora all’attività fisica, i grassi assunti con l’alimentazione vengono bruciati con più facilità.
E il tutto senza apportare praticamente alcuna caloria!

Il caffé, infatti, è stato classificato tra i no nutritive dietary components, cioè gli alimenti che non rivestono un valore significativo in termini di apporto in nutrienti ed energia.
Sebbene non tutti lo sappiano, una tazzina di caffé, senza aggiunta di zucchero o di latte, non contiene più di tre calorie, che nell'economia generale dell'organismo rappresentano un valore del tutto trascurabile.

Senza contare che il caffé ha una blanda azione anoressizzante, quindi aiuta a spegnere il senso di fame che può farsi sentire tra un pasto e l’altro, specialmente in chi ha appena cominciato una dieta ipocalorica.

Questo non significa che, per dimagrire in fretta, sia necessario bere caffé dalla mattina alla sera: 3 o 4 tazzine al giorno sono la quantità ideale per sfruttare gli effetti positivi di questa bevanda, senza entrare nella spirale dell’assuefazione, che richiede quantità sempre più elevate per trarne dei benefici.

E non dimentichiamo, infine, che il caffé può essere anche un buon veicolo per assumere nutrimenti preziosi come quelli contenuti nello zucchero e nel latte (ma senza esagerare!), che molti preferiscono in questa versione anziché consumato singolarmente.
Del resto, come dire di no a un buon cappuccino caldo?


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
4 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti