Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Nuova speranza per i pazienti affetti da tumore cerebrale

di
Pubblicato il: 12-12-2006
Sanihelp.it - Alcuni ricercatori dell’Institute de neurobiologique hanno individuato una proteina che arresta la crescita del glioblastoma, un tipo di tumore cerebrale per il quale al momento non esistono cure.

La ricerca fa parte del progetto PLURIGENES, in parte finanziato dal Sesto programma quadro dell'UE, ed è stata pubblicata nell'ultimo numero della rivista «Nature».

Sono sempre più numerose le prove che dimostrano un nesso tra le cellule staminali e lo sviluppo di alcuni tumori, per esempio i tumori ematici, della mammella e del cervello. Si ritiene che i glioblastomi abbiano origine da cellule che hanno proprietà simili a quelle delle cellule staminali e in quanto tali sono in grado di riprodursi e creare tutti i diversi tipi di cellule che costituiscono un tumore.

La differenziazione delle cellule staminali normali presenti nel cervello in un tipo di cellula cerebrale denominata cellula gliale è controllata dalle proteine morfogenetiche ossee (BMP). Per studiare l'effetto delle BMP sui glioblastomi i ricercatori hanno utilizzato dei topi come cavie.

Hanno somministrato dosi di BMP4 a topi affetti da glioblastoma umano e hanno rilevato che le proteine BMP4 hanno bloccato efficacemente la crescita tumorale riducendo la mortalità. Inoltre hanno scoperto che la BMP4 non uccide le cellule tumorali simili alle cellule staminali, bensì le costringe a differenziarsi in cellule benigne non cancerose.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Servizio Comunitario di Informazione in materia di Ricerca

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti