Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Incidenti e apnee del sonno, al via studio italiano

di
Pubblicato il: 13-12-2006
Sanihelp.it - La situazione, purtroppo, è nota a tutti: in Italia, gli incidenti stradali provocano ogni anno migliaia di morti. Quello che molti non sanno, però, è che molti di questi incidenti sono provocati dalla Sindrome delle Apnee del Sonno (OSAS), una patologia che determina alterazioni neurocognitive correlate alla scadente qualità del sonno, tra cui ridotta capacità di concentrazione e di attenzione, ipersonnolenza diurna e anche il vero e proprio colpo di sonno.

Stando ad alcune osservazioni effettuate in Italia, tutt’ora in corso, quasi un autotrasportatore su cinque ne soffrirebbe, e avrebbe una possibilità più che doppia rispetto al normale di causare un incidente.

Per questo, la Fondazione Italiana Salute Ambiente e Respiro (FISAR) ha deciso di avviare quello che sarà il più importante studio d’Europa sulla sindrome delle apnee del sonno (OSAS) negli autotrasportatori.

Nell’arco di due anni, settecento di loro saranno sottoposti a polisonnografia, un esame diagnostico complesso che consente di individuare la presenza della sindrome delle apnee del sonno. I casi individuati saranno poi messi in trattamento sia ventilatorio che farmacologico, al fine di risolvere completamente il problema, realizzando in concreto una importante forma di prevenzione degli incidenti stradali più gravi.

«La nostra intenzione», spiega dice Francesco Brunelli, direttore della Fondazione, «è la ricerca della verità sulla rilevanza del fenomeno in Italia, realizzando il percorso riabilitativo e verificandone l’efficacia. A ciò si affianca la necessità di sviluppare un percorso legislativo che realizzi una prevenzione di massa degli incidenti stradali più gravi, senza rilevanti impegni economici per la sanità pubblica e senza alcun pregiudizio per la patente degli autotrasportatori».

In base agli obiettivi concordati in sede comunitaria, in Italia entro il 2010 dovranno essere ridotti del 50% gli incidenti con morti e feriti.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti