Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Rientro «pesante»: 2 kg in più dopo le feste

di
Pubblicato il: 08-01-2007
Sanihelp.it - Cento milioni di chili tra pandori e panettoni, ottanta milioni di bottiglie di spumante, ventimila tonnellate di pasta, 8500 tonnellate di cotechino e frutta secca, pane, carne, salumi, formaggi e dolci, per un valore complessivo di 6 miliardi di euro.
È questo, secondo una stima della Coldiretti, ciò che gli italiani hanno consumato solamente tra il pranzo di Natale e i cenoni della Vigilia e di Capodanno, per un totale di quattordicimila chilocalorie a testa di accumulo supplementare.

Risultato: un aumento medio di peso di due chili, complici il consumo di cibi e bevande particolarmente energetici e la sedentarietà delle lunghe chiacchierate a tavola con parenti e amici. Senza contare che, quest'anno, l'attività fisica e il lavoro muscolare sono stati ulteriormente ridotti dalle condizioni climatiche sfavorevoli allo sci.

Così, ancora una volta, l'inizio del nuovo anno è per molti l'occasione per chiudere con i bagordi alimentari e mettersi a dieta, con l'obiettivo di smaltire i chili accumulati.

Ecco, secondo la Coldiretti, i prodotti le cui proprietà terapeutiche e nutrizionali sono utili per disintossicare l'organismo e per accompagnare il rientro alla normalità dopo gli stress dei viaggi e dei banchetti natalizi.
Per quanto riguarda la frutta, da non dimenticare arance, mele, pere e kiwi mentre per quanto riguarda le verdure quelle particolarmente indicate sono spinaci, cicoria, radicchio, zucche e zucchine, insalata, finocchi e carote.
Tutte le insalate e le verdure vanno condite con olio d'oliva, ricco di tocoferolo, un antiossidante che combatte l'invecchiamento dell'organismo e favorisce l'eliminazione delle scorie metaboliche, e abbondante succo di limone che purifica l'organismo dalle tossine, fluidifica e pulisce il sangue, è un ottimo astringente e cura l'iperacidità gastrica.
Nella dieta, poi, non vanno trascurati piatti a base di legumi (fagioli, ceci, piselli e lenticchie), perché contengono ferro e sono ricchi di fibre che aiutano l'organismo a smaltire i sovraccarichi migliorando le funzionalità intestinali. In più, sono anche una notevole fonte di carboidrati a lento assorbimento, che forniscono energia che aiuta a combattere il freddo.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Coldiretti

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti