Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

La pelle grassa

di
Pubblicato il: 09-01-2007

Che pelle ho? Che età dimostra il mio viso? Quanto posso abbronzarmi? Scopri caratteristiche, pregi e difetti della pelle grassa.

Sanihelp.it - CARTA D’IDENTITA’ DELLA PELLE GRASSA
Come si presenta: appare sgranata, poco compatta, lucida; i pori sono dilatati; il colorito è opaco. Punti neri e brufoli costellano il viso, soprattutto nella «zona T» (mento, naso, fronte). La pelle ha una texture secca, si desquama facilmente soprattutto sulle guance e lascia un residuo oleoso sulle dita.
Vantaggi e svantaggi: più spessa e consistente al tatto rispetto alla pelle secca, quindi più elastica, ma più ricca di inestetismi evidenti: pori dilatati, brufoli, colorito grigio.
Al sole: in virtù della sua consistenza ha la fortuna di non scottarsi molto e di abbronzarsi con discreta facilità: al sole potrà cominciare con un filtro 30 per poi scendere al 20.
Età: la pelle grassa è solitamente vittima dell’ acne, fenomeno tipicamente adolescenziale.

CURARE LA PELLE GRASSA
La pulizia quotidiana: ok ai detergenti schiumogeni sia liquidi che solidi, l’importante è che siano sgrassanti al punto giusto. Scegli una crema idratante ma non nutriente, poiché questo tipo di pelle ha bisogno di acqua ma non di nutrienti.
I trattamenti: regolari pulizie del viso dall’estetista e peeling chimici a base di acido salicilico o glicolico possono migliorare lo stato della pelle rendendola più rosea, levigata e irrorata.
La dieta: evita i cibi che possono favorire la comparsa di comedoni: dolci, cibi piccanti o acidi, formaggi, alimenti grassi, unti o fritti, ecc. Integra la dieta con oligoelementi e sali minerali.
Il make up: imperfezioni e inestetismi evidenti della pelle grassa-oleosa possono essere camuffati da un buon fondotinta compatto (quelli nelle cialde, per intenderci), che uniforma l’incarnato, annulla l’effetto «unto» e nasconde brufoli e punti neri. Se questa copertura non fosse sufficiente, si può ricorrere a uno stick correttore compatto, ed eventualmente (se il fondotinta non la contiene già), alla cipria.
Il consiglio: per aumentare l’efficacia del peeling, nei punti in cui la pelle è particolarmente impura (naso, fronte, mento) insisti leggermente nel massaggio del prodotto con le dita inumidite fino a completo assorbimento.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti