Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Problemi di igiene in 1 ospedale su 20

di
Pubblicato il: 12-01-2007

Per il ministero il quadro complessivamente è positivo, l'intento è di estendere il progetto nazionale cure sicure a tutte le regioni

Sanihelp.it - Il ministro della salute Livia Turco ha presentato oggi i risultati delle ispezioni condotte dai Nas l’8 e il 9 gennaio scorsi. Sono stati presi sotto esame 321 ospedali (In Italia gli ospedali pubblici sono 672 ). Per dimensioni e capacità operativa gli ospedali esaminati assorbono oltre il 70% del totale delle attività assistenziali ospedaliere. Sono stati ispezionati 89 ospedali al nord, 113 al centro e 119 nel sud e nelle isole.

Le ispezioni sono state rivolte alla verifica di:
  • eventuali carenze igieniche e strutturali
  • rispetto delle norme sulla sicurezza dei luoghi di lavoro
  • eventuali irregolarità di natura assistenziale
  • conservazione dei medicinali
  • smaltimento dei rifiuti ospedalieri e umani
  • presenza di fenomeni di assenteismo
Nel 46,1% delle strutture non è stata rilevata alcuna regolarità, il 36,4% delle strutture ha fatto rilevare alcune violazioni meramente amministrative e il restante 17,4% irregolarità che prevedono segnalazioni all’attività giudiziaria.

Le carenze sul piano dell’igiene, pulizia e conservazione degli ambienti sono state registrate nel 7,5% della totalità degli ospedali ispezionati, tutti concentrati in Calabria, Campania, Lazio e Sicilia.

In Calabria è stata riscontrata anche un carenza di requisiti minimi strutturali e di adeguamento degli impianti di prevenzione infortuni e incendio.

Da segnalare poi la presenza di alcune partite di farmaci e reagenti diagnostici scaduti nel 2,5% dei casi. Queste irregolarità sono state trovate in Basilicata, Friuli, Abruzzo, Campania, Lazio, Puglia e Sicilia.

La presentazione dei dati dell’indagine oltre a permettere un intervento tempestivo sulle strutture carenti è stato l’occasione per il Ministro della Salute Livia Turco di ribadire la decisione di estendere a tutte le Regioni italiane il Progetto nazionale cure sicure di prevenzione e lotta alle infezioni ospedaliere, già operativo dal 10 ottobre scorso in 14 Regioni, con l’obiettivo di una riduzione significativa dell’incidenza delle infezioni ospedaliere in rapporto ai ricoveri.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Ministero salute

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti